Miscellanea

L/3
A Martina Giovanni Carlo
(nobile giureconsulto oritano, fu arciprete in Oria. Nacque nel 1717 e fu poeta, morì nell’ottobre del 1760).

Carmina etc…

L’originale di queste poesie dovrebbe conservarsi presso gli eredi Martini di Oria. Il presente manoscritto fu ripreso dall’originale per cura del Vescovo di Oria Alessandro Maria Calefatti e Gaspare Papatotero e per mano di Gennaro De Lelli di Bari nell’anno 1786.

B Capece Romualdo Geofilo

Endecasillabo per Sant’Agostino.

C Anonimo

Al cavalier Ciocchi-Anacreontica.

Quest’opera fu stampata in Roma per Pagliarini nel 1796.

D Cimbro Timone

Versi sciolti a Cicognara (stampa).

E Briganti Filippo

(nato a Gallipoli il 3 maggio 1725, fu ascritto alla regia Accademia delle scienze e lettere di Napoli su proposta fatta al re dal principe di Francavilla, fu giureconsulto, filosofo economista e poeta, morì il 22 febbraio 1804).

Frammenti lirici dei fasti greci e romani.

Opera pubblicata in Lecce nel 1797 presso Vincenzo Marino e fratelli con dedica al principe di Francavilla.

F Alvani Basilio

(cittadino di Spinazzola vissuto nel XVIII° secolo).

Le delizie e l’orizzonte di Bandusia.

Ode stampata a Napoli nel 1787.

G Buonsanti Vito

(nato a San Vito dei Normanni nel 1762, vestì l’abito di San Domenico e fu accademico della Pontaniana. Fu un precursore della pedagogia. Morì in Napoli nel maggio 1850).

Versi a Sua Eccellenza il marchese Tommasi.

H Briganti Filippo

Le quattro stagioni.

Quest’opera stampata in Lecce nel 1795 dai Marino, in versi con 4 tavole in bianco e nero, non ha il nome dell’autore che si ricava però dalle notizie del Villani.

I Anonimo

Per l’onomastico di donna Teresa Gaetani marchesa di Mesagne.

Anacreontica stampata in Napoli nel 1787.

L Cicconi Michelangelo

Canti anacreontici per l’eruzione del Vesuvio del 1779.

M Maruggi Giovan Leonardo

(medico, nato a Manduria il 12 gennaio 1753. Insegnò matematica nella regia accademia militare di Napoli e nel 1797 insegnò etica nell’Università, prese parte ai movimenti del 1799, appartenne all’Arcadia col nome di Florenzio Salaurino. Scrisse anche in poesia e morì il 28 settembre 1836).

A S. E. il conte don Giuseppe Pignatelli (stampa).

N Carro Giò Battista

(arcidiacono vicario generale di Lecce).

La coltura degli orti (poemetto).

Stampato in Lecce nel 1787.

O Spano Matteo

(alunno del seminario di Ariano).

Carmina (stampati nel 1781).

P Caramicio Nemillo

Poesie filosofiche (stampa).

Q Anonimo

Scherzi poetici.

R Anonimo

Sonetti.

S Martini Gaetano

(avvocato di Livorno vissuto nel secolo XVIII).

Susanna (tragedia).

Edita a Livorno nel 1766 e rappresentata per la prima volta nel teatro di quella città nell’autunno dello stesso anno.

T Papadia Baldassarre

(nato a Galatina, visse nel XVIII° secolo, si interessò di storia e di letteratura).

All’Abate Pierantonio Serassi per la vita da lui composta di Torquato Tasso.

Canzone edita a Roma nel 1790.

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies