1359

a. 1359, 3 febbraio, indiz. XII, anno IX di re Ludovico e XVII della regina Giovanna.
Transunto della lettera di Roberto imperatore di Costantinopoli e principe di Taranto emessa il I gennaio 1359 con la quale si concede in feudo per sé e successori legittimi d’ambo i sessi al notaio Guglielmo Latro di Caserta per i servizi ed i meriti, due case terranee in Brindisi, un giardino vicino S. Benedetto, ed altre terre vicino Brindisi, in varie contrade, col peso di 15 once di oro da versare all’anno alla regia curia.
Notaio: Pietro di Rasimo; giudice: Anello Femenio di Napoli. Data in Napoli.

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies