1218

XI. a. 1218, 2 settembre, indiz. VI, anno XX del regno di Federico re dei romani e di Sicilia. Contratto tra la badessa di S. Maria moniale di Brindisi e Paolo de Castello, figlio del maestro Gualtiero di Trani, e donna Zita, figlia di Peregrino, coniugi di Brindisi, per la cessione in favore degli ultimi di tre parti di una casa vicino al monastero, sita nel feudo di detto monastero, vicino al S. Sepolcro, col peso di una libbra di cera all’anno per la festa di S. Martino in favore del predetto monastero di S. Maria.
Notaio: Petracca di Brindisi; giudice: Giovanni milite. Firmano otto monache, il prete Stefano Baiulo e il maestro Benedetto Venetiarum.
Bibl. De Leo, Codice diplomatico brindisino, cit., p. 72, doc. n. 43.

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies