1505

a. 1505, 29 settembre, indiz. IX.
Lettera di Leonardo Loredano Doge di Venezia spedita a Leonardo Danselmo console in Napoli perché informato da Teodoro Castaldo, nunzio dell’arcivescovo di Brindisi, che avendo re Federico venduta la città di Oria col feudo a Roberto Bonifacio, la chiesa di Brindisi non aveva più potuto esercitare il diritto di decima concesso da Ferdinando II e dallo stesso Federico nel tempo della guerra tra re Carlo di Francia e sua maestà, si provveda in favore della chiesa per il reintegro nel suo diritto.
Data dal palazzo ducale.

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies