1273

XLVI. a. 1273, 4 agosto, indiz. I, anno IX del regno di Carlo, re di Sicilia, duca di Apulia, principe di Capua, conte della Provincia di Andegavia e Falcalqueri vicario generale dell’Impero Romano in Toscana per S.R.E. e senatore di Roma.
Atto di fede dei giudici Giovanni di Brindisi e Santoro del signor Bonacasa e degli abati di S. Maria dell’Isola e di S. Maria de Ferurella e di altri testimoni col quale si accerta che l’arcivescovo Pellegrino, chiamato tramite l’arcivescovo di Taranto dal sommo pontefice, per discolparsi dalle accuse presentate dall’Università di Brindisi, essendo a letto e sotto cura del medico Gregorio, per consiglio dello stesso medico, stante le sofferenze e l’età decrepita, non può intraprendere il viaggio per andare dal pontefice.
Notaio: Giovanni.
Bibl. De Leo, Codice diplomatico brindisino, cit., p. 169, doc. n. 88.
Coco, Collectoria Terrae Hidrunti, cit., p. 49.

 

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies