1263

XXXIX. a. 1263, 31 agosto, indiz. V, anno V del regno di Manfredi.
Inchiesta fatta per mandato di Marco, Gualtiero e Giacomo Rogadeo, maestro procuratore e maestro postulare della curia imperiale in Brindisi, alla presenza dei giudici Ulfredo Patricio e Giovanni Ammirato per accertarsi del reale diritto di possesso che la chiesa di Brindisi aveva sul clausorio ove era stata eretta la chiesa di S. Lucia e che dal Rogadeo era stato assegnato ad Antonio figlio di Giacomo de Verona.
Sono interrogati: i giudici Pietro da Archiepiscopo, Giovanni Ammirato, Giovanni de Ripa; I notai: Andrea Doferio, canonico, Nicola del giudice Giovanni, Sergio; i maestri: Giovanni di Napoli, Dionisio Campalo; i signori: Roberto de Turturito, Nicola Protontino, Pietro de sire Tancredi, Nardo; i canonici: Eustasio, Giacomo del maestro Buccerio, Giacomo, Pietro, Stefano Pallotta, Giovanni di Salomia, Santona, Roberto, Basilio, Giovanni di S. Stefano, Paolo Greco, Gregorio Greco, Nicola percettore della chiesa di Oria, il succantore Filippo e Giacomo Nicola di Cantore, Nicola di Mercurio, Pietro Cavasacco, Nicola di Grimoaldo, Perrino di Che fumo.
Notaio: Nicola Forte.
Bibl. De Leo, Codice diplomatico brindisino, cit., p. 148, doc. n. 80.

Richiedi informazioni

    Copyright © 2021 - Fondazione Biblioteca Pubblica Arcivescovile Annibale De Leo - C.F. 80006850749 | Privacy Policy | Cookie Policy Powered by LnW Digital Strategies