Ultime NEWS
martedì 12 aprile 2011
venerdì 8 aprile 2011
mercoledì 3 novembre 2010
martedì 19 ottobre 2010
giovedì 16 settembre 2010
Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella
Credits

Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni

Archivio Storico Diocesano

« Torna Indietro

Congrega di San Michele Arcangeli

Cartella C 1
1805-1843 Conti morali
1844-1862 Conti morali
1863-1870 Conti morali

Cartella C 2
1871-1876 Conti morali
1877-1884 Conti morali
1885-1888 Conti morali
1889-1890 Conti morali

Cartella C 3
1891-1895 Conti morali
1896-1899 Conti morali

Cartella C 4
1900-1902 Conti morali
1903-1905 Conti morali
1906-1907 Conti morali

Cartella C 5
1908-1910 Conti morali
1911-1913 Conti morali
1914-1917 Conti morali

Cartella C 6
1918-1920 Conti morali
1921-1926 Conti morali
1952 Incasso del priore

Cartella C 7
1837-1885 Precetto annuale
1821-1885 Messe celebrate
1944 Novena di Natale; poesie religiose; pratiche devote della Buona Morte; Credo; Natale; festività di san Michele Arcangelo; messe.
1835-1945 Rubrica dei professi 1934; libro dei fratelli sacerdoti 1860; libro dei fratelli 1835-1945; libro dei fratelli morti 1860; libro delle accettazioni delle sorelle 1861; libro degli Ufficiali minori 1860-1915; libro delle accettazioni dei novizi 1860-1907; libro delle professioni dei novizi 1861- 1908.

Cartella C 8
Fascicolo 1
1726-1836 30 luglio 1826 Supplica dei fratelli della congrega al vescovo di Oria per il suo beneplacito a mutarsi il titolo della congrega della Carità in san Michele.
28 marzo 1790 Supplica al vescovo per concedere il privilegio a tutte le messe da celebrarsi.
1823 Pagamento per la rifrazione del muro e dell’altare.
1825 Il sindaco Vitale comunica l’approvazione dell’intendente di provincia e del ministro degli interessi della spesa di 82 ducati e 10 grana.
1825 Il sindaco Vitale per il pagamento di 4 ducati.
1826 Estratto del libro del debito consolidato.
1826 Il sindaco Vitale comunica l’ordine che si versi alle officine di Contre.
1826 Il dottore Francesco Saverio Gargano supplica al posto del dottore Vincenzo Jurlaro direttore della confraternita affetto da pellagra.
1826 Papa Leone XII dichiara privilegiato quotidiano l’altare della cappella.
1826 Il sindaco Vitale fa conoscere la decisione dell’intendente di sottoporre a S. E. il ministro l’esito di 23 ducati.
1827 Il sindaco Girraparsi ordina di pagare alcune tasse.
1828 Il sindaco Giovanni Iacovino per l’intendente conferma il priore Francesco Gennaro.
1828 Lettera del sindaco V. Bodini.
1829 Il sindaco Bodini conferma come cassiere Francesco Caniglia.
1830 Il sindaco Bodini comunica l’approvazione di articoli supplementari alle regole della congregazione e al reale decreto.
1830 Il sindaco Bodini comunica l’approvazione del cassiere di praticare le coazioni militari.
1833 Il priore chiede e ottiene l’approvazione del vescovo di Oria per la sepoltura e benedizione.
1830 Disposizione del ministro per i fondi rustici.
1830 Conferma degli amministratori della congrega.
1831 Il sindaco d’Elia comunica l’ordine di formare gli statini dell’amministrazione economica.
1831 Carlo Mauro rilascia una ricevuta di 8 ducati e 60 grana.
1831 Giuseppe Candida a Bartolomeo Trinchera rilascia ricevute al priore per 22 ducati.
1831 Domenico Forleo rilascia ricevute di 24 ducati per il regio exequatur.
1831 Il priore supplica di approvare come prefetto Domenico Forleo.
1831 Giacomo Miccoli rilascia una ricevuta per 24 carlini di argento.
1832 Vincenzo Cannaliere riceve dal procuratore Caniglia 6 ducati di argento.
1832 Il sindaco d’Elia comunica l’approvazione dei novelli ufficiali.
1832 Oronzo Cataldo riceve dal procuratore Caniglia 5 ducati.
1832 Vincenzo Cannaliere riceve 20 carlini per lavori di falegnameria.
1833 Il sindaco Caniglia comunica l’ordine di conoscere con precisione le rendite del 1832.
1833 Il sindaco Caniglia accenna alla circolare del 16 gennaio.
1833 Il secondo eletto Luigi Leone comunica l’approvazione degli ufficiali della congrega.
1833 Il procuratore Francesco Caniglia chiede di poter fare la novena alla Madonna.
1834 Luigi Olita di Lecce avendo venduto per 65 ducati una campana a Filippo Palmisano.
1834 Da Brindisi il sottintendente Mango comunica al sindaco il permesso alla congrega di visitare i Sepolcri.
1834 Il sindaco O. Luportino comunica circa la permuta del capitale degli eredi Campanelli.
1834 Il sindaco S. Caniglia comunica la circolare dell’intendente circa la necessità di dimostrare che i luoghi pii non sono creditori in censo.
1834 Il priore Carlo Mauro supplica per la novena e l’esposizione del Santissimo.
1835 Il priore Francesco Caniglia supplica il vescovo di Oria perché possa costituirsi il sepolcro.
1835 Il sindaco [Poiete] comunica la richiesta dello stato di liquidazione degli arretrati dei legati pii.
1835 Il sindaco [Poiete] comunica la richiesta di precisazioni amministrative.
1835 Francesco Caniglia priore supplica l’esposizione del Santissimo.
1835 Il sindaco [Poiete] approva gli ufficiali eletti della congrega.
1836 Il sindaco [Poiete] comunica di rimettere al cassiere centrale Balsamo.
1836 Il duca di Monteiasi schema dei conti morale e materiale del 1835.
1836 Provicario generale dei lombardi accorda a Carlo Taurisano priore permesso del Santo Sepolcro.
1836 Il secondo eletto Federico Bottari per il sindaco comunica la richiesta di 2 ducati.
1836 Il vescovo di Oria accorda il permesso di processionarie la Madonna.
1836 Il sindaco [Poiete] comunica che l’intendente quale presidente degli ospizi prenda nota della remissione dell’attuale priore Carlo Taurisano.
1836 Il procuratore chiede al vescovo di Oria di celebrare la festa della Madonna.
1836 Il secondo eletto F. Antonio Bottari comunica di nominare altre persone come priore e ufficiali.
1837 Il priore Erfidio Pastorelli supplica per l’esposizione del Santissimo.
1837 Il secondo eletto per il sindaco in congedo Antonio Bottari per il passaggio della carica al priore eletto.
1837 Il priore Agostino Margarita supplica e ottiene l’approvazione per il Santo Sepolcro.
1837 Il priore supplica il vescovo di Oria per visitare il Santo Sepolcro.
1837 Il secondo eletto comunica il permesso della polizia di visitare i sepolcri.
1837 Il secondo eletto comunica l’ordine del direttore generale del Gran Libro di rimettere gli estratti per la rinnovazione decennale delle rendite.
1837 Copia del credito sul Gran Libro di 7 ducati.
1837 Circolare dell’Intendente duca di Monteiasi per la rinnovazione dei titoli.
1837 Permesso per la processione pomeridiana.
1837 Il priore Agostino Margarita supplica per la festa di Maria Santissima il 10 settembre.
1837 Il priore per la festa del Nome Santissimo di Maria il 14 novembre.
1837 Il segretario generale comunica l’approvazione degli ufficiali e del procuratore.
1838 Per la processione dei Sepolcri.
1838 Il sindaco comunica l’approvazione del ministro della Polizia.
1838 Il decurione Seriore comunica la rinnovazione dei titoli.
1838 Il sindaco comunica l’approvazione di pagare la rata di luglio.
1838 Il procuratore supplica e ottiene di festeggiare il Nome Santissimo di Maria.
1839 Il sindaco ordina di mandare 4 ducati per il segretario generale e 2 ducati per l’orfanotrofio dei projetti.
1839 Il procuratore Filippo Salerno chiede e ottiene di poter allestire il Santo Sepolcro.
1839 Il segretario generale approva con il vescovo la processione vespertina.
1839 Il priore supplica e ottiene la processione del giovedì santo.
1839 Il sindaco comunica la conferma degli ufficiali.
1839 Il sindaco comunica la conferma di rimettere immediatamente il verbale di nomina.
1840 Il fratello incaricato Giovanni de Franco chiede e ottiene dal vescovo il permesso di fare il Santo Sepolcro.
1840 Il sindaco, il cancelliere, il regio giudice dichiarano di avere affisso la lista dei debitori.
1840 Il marchese di Cerdo, intendete e presidente fissa la circolare che comunica la designazione degli asili di mendicità.
1840 L’intendete comunica le norme per le esequie dei defunti.
1840 Il sindaco chiede la nomina degli ufficiali del 1841.
1840 Il sindaco chiede il verbale della nomina degli ufficiali del 1840.
1841 Il procuratore chiede ed ottiene di visitare in processione il Santo Sepolcro.
1841 Il procuratore chiede ed ottiene di esporre il Santissimo nella vigilia e nel giorno del santo.
1841 Il sindaco comunica l’ordine dell’intendete di procurare l’affitto di 9 stoppelli di terre.
1841 Circolare dell’intendente che comunica di partecipare al Consiglio le somme da impiegarsi nel Gran Libro.
1841 Il procuratore supplica e ottiene di celebrare le novene e l’esposizione del Santissimo.
1842 Il sindaco comunica e acclude 25 fogli di modelli per la denuncia dello stato amministrativo.
1842 Il procuratore supplica di fare il Santo Sepolcro.
1842 Il segretario per l’intendente da il permesso della processione del Giovedì Santo.
1842 Il primo assistente della confraternita supplica e ottiene di fare la processione nel Giovedì Santo.
1842 Il segretario generale manda una circolare per regolare l’affitto o la colonia dei fondi.
1842 Il procuratore chiede di festeggiare la Santissima Vergine.
1843 Il sindaco comunica l’approvazione degli ufficiali.
1843 Il priore supplica e ottiene di fare il Santo Sepolcro.
1843 Il permesso del ministro e del vescovo di visitare il Santo Sepolcro di pomeriggio.
1843 Il priore de Franco chiede e ottiene il beneplacito dell’arcivescovo per il triduo a san Michele l’8 maggio.
1843 Il sindaco comunica di iscrivere i capitali per questo anno.
1843 Il segretario generale autorizza la processione del Santissimo Nome di Maria.
1843 Il priore de Franco chiede e ottiene il permesso del vescovo per la novena al Nome di Maria.
1843 Il priore chiede e ottiene il permesso dalla polizia di fare la processione nelle ore vespertine.
Fascicolo 2
1843-1854 1843 Il marchese Cerda per rinnovare i diritti di iscrizione spettanti al tesoro.
1843 Il priore ottiene dal vescovo di fare la Novena e l’esposizione del Santissimo.
1844 Il sindaco comunica l’approvazione degli ufficiali e il pagamento di 5 ducati; il segretario generale comunica il permesso per la processione del Giovedì Santo; il priore ottiene dal vescovo di fare il Santo Sepolcro, la Novena e l’esposizione del Santissimo; il giudice comunica il permesso del ministro per la processione di san Michele; decreto sull’affranco dei capitali; il priore ottiene di fare il triduo nella festa del 29 settembre; il procuratore ottiene di fare la novena di Natale e l’esposizione del Santissimo.
1845 Il sindaco monda il modulo per l’esercizio del 1845; il segretario generale comunica il permesso per la processione del Giovedì Santo che il priore aveva chiesto; il priore ottiene dal vescovo il permesso per festeggiare san Michele l’8 maggio e il permesso del triduo e dell’esposizione; il segretario generale comunica di rinnovare le iscrizione delle ipoteche; il procuratore chiede e ottiene di fare i festeggiamenti a Natale; il sindaco comunica di pagare 5 ducati; il priore ottiene dal vescovo il permesso per il Santo Sepolcro; il priore ottiene il permesso per la processione e per i festeggiamenti dell’8 maggio; il sindaco per i beni e le rendite; il sindaco manda una circolare per conoscere lo stato della confraternita; il sindaco comunica di mandare i titoli di capitoli, lavori e creditori; il procuratore ottiene il permesso per festeggiare il Santo Natale.
1847 Il sindaco comunica la tassa di 9 ducati e l’approvazione degli ufficiali; il sindaco chiede le regole della congrega; il sindaco comunica il permesso per la processione del Giovedì Santo; il priore ottiene dal vescovo il permesso per il Sepolcro; il sindaco per la sanatoria delle Sante Messe; il priore ottiene dal sindaco i festeggiamenti di san Michele; de Franco ottiene dal vescovo i festeggiamenti in nome di Maria Santissima; l’intendente chiede di rinnovare i ruoli presso il Consiglio di Intendenza; il secondo assistente de Franco ottiene dal vescovo la novena di Natale e l’esposizione del Santissimo.
1848 Il secondo eletto per il sindaco comunica la tassa di 5 ducati; il priore ottiene dal vescovo di fare il Santo Sepolcro; il priore e Agostino Margarita, cassiere, mandano il certificato dell’introito e della rendita annua; il priore ottiene dal vescovo i festeggiamenti per san Michele il 9 luglio; il sindaco comunica la rinnovazione dei ruoli; il sottintendente di Brindisi all’intendente per l’insolvibilità dei cassieri garantita dai decurioni.
1848 de Franco ottiene dal vescovo di festeggiare il Nome di Maria Santissima e di allestire per il Natale.
1849 de Franco ottiene dal vescovo il permesso di fare il Santo Sepolcro; il priore ottiene il permesso di festeggiare san Michele il 1° luglio; il duca di Cerisano annuncia di trattenere sul conto 2 staia di olio e comunica di rinnovare i ruoli sugli stabilimenti; de Franco chiede di festeggiare il Santissimo Nome di Maria e le Sante Feste.
1850 Il sindaco comunica di pagare 5 ducati; de Simone consigliere decano comunica il condono e di formare lo stato delle esenzioni di culto e di pietà; il sindaco ottiene dal vescovo di fare il Santo Sepolcro; il sindaco comunica l’approvazione degli Ufficiali e di verificare i conti morali; Margarita ottiene di esporre il Santissimo per san Michele e chiede di solennizzare san Michele; Argentina comunica di continuare fino al 1856 con gli stessi stati; Argentina secolare eletto comunica che nell’affranco del capitolo e nelle rendite si rendesse certo il Consiglio; Murena manda la circolare perché nulla sia sottratto all’amministrazione e ai conti; norme per i fittuari; Argentina comunica la circolare sulle norme per i fittuari; de Franco ottiene dal sindaco di festeggiare il Nome Santissimo di Maria; il barone Sozj Carafa chiede che siano adempiute tutte le opere di culto; Margarita ottiene di solennizzare il Natale; il barone Sozj Carafa manda la circolare per la compilazione dei conti.
1851 Condizione per rateizzare le tasse; il sindaco comunica di far conoscere all’intendente lo stato dei debiti degli eredi Lamparelli e Andriani; il barone Sozj Carafa chiede la compilazione dei nuovi stati; l’intendete chiede la specifica dei conti; il sindaco comunica l’approvazione per la spesa di 50 ducati; Margarita chiede di festeggiare il 13 luglio san Michele; il sindaco comunica la spesa di 70 ducati; Andriani vicario foraneo chiede per il vescovo di Oria le regole della congrega; de Simone consigliere sottoscrive la copia di un documento per gli eredi Lamparelli e invia un ministeriale perché Andriani non vuole dare i suoi 40 ducati; Margarita ottiene il permesso per festeggiare il Natale; formazione del libro delle messe.
1852 Il sindaco comunica che è proibito suonare le campane a morto e l’approvazione degli ufficiali, che il priore rimette la nomina del nuovo governatore; il priore ottiene il permesso del Santo Sepolcro; il sindaco comunica l’approvazione di Margarita come nuovo procuratore e di versare il denaro per i conti del 1845-1850; il procuratore ottiene di festeggiare san Michele l’11 luglio; Margarita ottiene dal vescovo per l’11 luglio di festeggiare san Michele; Sozj Carafa comunica di rinnovare i ruoli dei debitori; il sindaco comunica di pagare entro 10 giorni le rate; Margarita ottiene di festeggiare Maria Santissima; Sozj Carafa chiede precisione nei conti; Gioacchino Schiamone usciere comunica circa il debito Scazzeri; Margarita ottiene di solennizzare la processione.
1853 Margarita ottiene di solennizzare il Santo Sepolcro; Murena e l’intendente Sozy Carafa comunicano di provvedere alla nomina dei governatori delle congreghe; Margarita ottiene di solennizzare la festa di san Michele; il vicario Andriani chiede per il vescovo l’elenco delle opere di pietà; l’intendete chiede lo stato dei legati pii; richiesta di solennizzare san Michele il 17 luglio; il sindaco comunica di rinnovare le iscrizioni ipotecarie e che non possono i luoghi pii rifiutare disposizioni a loro favore; il sindaco comunica l’esemplificata burocrazia per impiegare le somme per i luoghi pii laicali; il prefetto chiede la convocazione e l’assicurazione di tutti i congregati; Murena comunica le disposizioni regie per i maritagli; Margarita chiede e ottiene di festeggiare il Nome Santissimo di Maria.
1854 Il sindaco comunica l’approvazione dei nuovi ufficiali della congrega; l’intendente manda lo statino per i conti di cassa; circa le malversazioni di un cassiere.
Fascicolo 3
1854-1856 1854 Il priore ottiene di fare il Santo Sepolcro; il secondo eletto comunica di pagare 4 ducati; Margarita ottiene di solennizzare la festa di san Michele; il direttore del ministero, Murena, e l’intendente Sozi Carafa comunicano il nome per passare all’arciconfraternita; l’intendente e Murana hanno dubbi sui ruoli; il cassiere in Calabria ha rubato 1342 ducati e 35 grana; richiesta di regole per il fondatore e delle rendite; Margarita ottiene di festeggiare il 20 agosto san Michele; l’intendente comunica le regole per affrontare eventuali cause; copia di due comunicazioni del sindaco per 290 ducati degli Scazeri; il sindaco chiede di rimettere notizie; circolare per chiarimenti sui conti.
1855 Circolare per chiarire tutti gli affari pendenti; il sindaco comunica la richiesta di altre carte per l’acquisto della casa degli eredi Donatello; consegna di 7 ducati e 86 grana per l’anno in corso; documenti per i conti; Margarita ottiene il permesso per il santo Sepolcro; il sindaco comunica di soddisfare subito le rate delle tasse; circolare dell’intendente circa le querele e un’altra per richiamare le opere pie; circolare che vieta la cessione delle doti assegnate sui monti di beneficenza e un’altra che richiama la stesura dei conti; il sindaco comunica per il restauro della chiesa e del monastero di santa Maria della Parete; Margarita ottiene di festeggiare il Nome Santissimo di Maria; il sindaco chiede i documenti per il fondo Donatiello; il sindaco chiede il deposito per i conti del 1854; il Margarita ottiene di solennizzare il Santo Natale; il sindaco invita il priore della congrega di comparire innanzi a lui il giorno dopo.
1856 Sozj Carafa intendente manda una circolare sul passaggio ad arcicongrega acclusa e firmata da Domenico Mangeri; circolare dell’intendete sui verbali di chiusura del 1854; circolare dell’intendete per l’adempimento delle opere di Culto Divino; il sindaco chiede per il Consiglio uno specchietto esatto di conti del 1855; Margarita ottiene di fare il santo Sepolcro; circolare dell’intendente circa le messe di officio dei luoghi pii; il sindaco comunica le tasse per l corrente esercizio; circolare dell’intendete circa la tassa di 8 ducati e 2 grana; il sindaco chiede i verbali di chiusura cassa; circolare dell’intendente circa le categorie delle spese di culto e circa la colletta a beneficio della cassa d’asilo; Margarita ottiene di festeggiare san Michele il 24; il sindaco comunica di adempiere il pagamento delle rate; circolare dell’intendente circa il mantenimento dell’asilo della Maddalena e un’altra per i mezzi di adempiere alle opere di culto e alle messe; circolare dell’intendente circa il libro di amministrazione dei luoghi pii; Margarita ottiene di solennizzare le prossime feste; il sindaco chiede il conto morale del 1855; circolare del delegato del vescovo Pietro Perez, canonico de Simone; Margarita ottiene di fare il santo Sepolcro; il sindaco comunica di regolare i conti con la cassa centrale e di far conoscere particolari del debito Scazzeri; il sindaco comunica al consiglio che non può risolvere nulla circa l’acquisto di casa Donatello; circolare dell’intendete circa la rinnovazione di iscrizione ipotecaria; il sindaco convoca il priore con lo stato discusso del 1856; circolare dell’intendente circa gli appalti delle rendite; circolare degli intendenti per pagare il dovuto per l’Asreo; permesso del vescovo per il santo Natale; circolare per le iscrizioni ipotecarie di Scazzeri; il sindaco comunica il rimando dell’iscrizione contro Scazzeri.
Fascicolo 4
1858-1863 1858 Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro; il sindaco comunica di fare immediatamente i pagamenti delle rate e chiede notizie sui conti del 1857; circolare dell’intendente circa gli affari pendenti e le cause civili; Margarita ottiene dal vescovo i festeggiamenti di san Michele; il secondo eletto comunica di pagare 4 ducati e 12 grana; circolare dell’intendete circa le rate; il sindaco chiede circa l’esercizio del 1858; permesso del vescovo per solennizzare il santo Natale.
1859 Il sindaco chiede 6 ducati e 77 grana; circolare dell’intendente circa la strada di Arigliano; il primo eletto chiede di rateizzare 6 ducati e 71 grana; il sindaco chiede 30 grana; il sindaco chiede di rinnovare le perizie contro Nicola Luparelli; permesso del vescovo per la santa Festa; il secondo eletto chiede di rateizzare 6 ducati e 77 grana.
1860 Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro; il sindaco chiede di notare per compilatore del Regno delle Due Sicilie; permesso del vescovo per festeggiare il Nome Santissimo di Maria; permesso del vescovo per la festa di san Michele; il secondo eletto comunica di nominare i nuovi ufficiali; permesso del vescovo per la Santa Festa; conservatore delle ipoteche circa D’Ippolito; il sindaco comunica che per le misure di rigore non si debbano suonare le campane la notte di Natale.
1861 IL secondo eletto comunica al priore circa la cassa; decreto firmato da Eugenio di Savoia; permesso del vescovo e del sindaco per il Santo Sepolcro; Andrea Calenda governatore manda una circolare; l’intendente chiede tre copie dello stato di variazione della congrega; circolare del Consiglio Generale degli Ospizi circa l’omertà; Governatore manda una circolare perché inviino i vari borderò; circolare del governatore che chiede l’esatto inventario dei beni; circolare urgente per la conservazione di titoli ed ipoteche; ricevuta di titoli; il priore ottiene di festeggiare ilo Santissimo Nome di Maria il 22 settembre; circolare perché i rendiconti vadano al Consiglio; il sindaco chiede di prelevare 3 ducati e 47 grana e comunica l’approvazione ufficiale del priore; permesso del vescovo per solennizzare; consigliere di prefettura assicura lo stato di vacanza del 1861.
1862 Assessore Angelici per il sindaco comunica che il Consiglio non può deliberare circa l’acquisto di casa Marchese; i deputati della congrega ottengono dal vescovo e dal sindaco il permesso per il Santo Sepolcro; permesso di festeggiare san Michele; circolare per i titoli di rendita; circolare sull’impiego di capitali nelle opere pie in rendita dello Stato; copie atto di intimazione per i conti fino al 1858; chiarimenti dei conti del 1858; circolare del prefetto Elia per rateizzare il 1862; l’assessore Angelici chiede la specifica dei conti del 1859; circolare del prefetto circa la tassa sulle rendite dei beni; l’assessore Angelici accusa ricevuta la polizza da rimandare in Napoli; circolare sul cambio dei titoli di rendita; il ricevitore rimanda la denunzia della rendita; permesso dell’arcivescovo per festeggiare il Santissimo nome di Maria; il direttore dei dazi chiede i certificati del 1859; il direttore del dazio richiede il certificato di contribuzione del 1859; modulo dei ruoli per sostituire quello del 1840; il ricevitore rilascia la ricevuta per la denunzia dei beni; permesso del vicario capitolare per solennizzare le feste.
1863 Il fornaio Galasso firma la denuncia al priorato; circolare del prefetto e dei delegati per formare l’inventario; circolare del prefetto per il pagamento delle rate del 1862; Magli rinunzia al priorato perché non sa leggere e scrivere; Pastorelli ottiene di fare il Sepolcro; il direttore generale manda avvertenze per il pagamento trimestrale; permesso di festeggiare san Michele; circolare per la conservazione del patrimonio delle opere pie (all. il modulo); circolare per la formazione dei ruoli in collettiva; l’assessore Angelici comunica che presso la prefettura vi sono certificati, assegni e beni; circolare circa gli statuti e regolamenti delle opere pie e sulle disposizioni per il pagamento dei rateizzi delle opere pie; lettera del prefetto al sindaco; circolare per i versamenti di rate; permesso per i festeggiamenti del Santissimo Nome di Maria il 19 settembre.
Fascicolo 5
1861-1867 1863 Circolare per riconoscere lo stato morale e materiale; Meo rinuncia al priorato; il sagrestano della collegiata Mammola rinuncia alla carica di tesoriere; lettera della prefettura circa l’affranco di capitali; permesso del solo vicario foraneo per il santo Natale.
1863 Circolare circa le tabelle riassuntive dei bilanci.
1864 L’assessore Galante comunica di essere in regola con i pagamenti; circolare circa i conti del 1861-1862, reclamo di Giovanni Massari; permesso del vescovo e del delegato di pubblica sicurezza perché si faccia il Santo Sepolcro; il consigliere della prefettura Pirrone lettera circa gli Scazzeri; permesso per la festa di san Michele; la deputazione provinciale di Terra d’Otranto stabilisce che A. Andriani e A. Jurlaro non possono estinguere il loro debito; autorizzazione della prefettura per il prestito agli Scazzeri; ricevuta di deliberazione del 18 maggio; circolare per il versamento della rata annuale; circolare per l’esazione della rata; circolare per l’esecuzione di una legge circa il contributo extra per chi non paga in tempo; permesso del vescovo per la festa del Santissimo Nome di Maria; estratto di copia di delibera; esito di spesa per la cera, l’ostia e il vino; passaggio di debito da D’Ippolito a Liquorini; permesso di solennizzare le feste; questione degli Scazzeri.
1865 Permesso per il Santo Sepolcro; circolare per il contributo di 22,70 £; permesso per la festa di san Michele, il Santissimo Nome di Maria e il Santo Natale.
1866 Permesso per i sepolcri e la processione del Giovedì Santo; invito del ricevitore Ferdinando per pagare la tassa del 1860; circolare del contributo del 1866, permesso del vescovo per festeggiare san Michele; circolare per le iscrizioni ipotecarie; legge per la soppressione dei conventi; circolare circa le norme per l’affitto di alcuni fondi; circolare per il diritto delle opere pie a usare le coazioni; tassa di manomorta; lettera del prefetto per pagare i contributi arretrati; permesso per la festa del Santissimo Nome di Maria; circolare per la rendita dei conti; circolare per la statistica delle opere pie; circolare per le rate arretrate; permesso per il Santo Natale; il sindaco comunica che le funzioni religiose siano fatte al tramonto; lettera del prefetto per il pagamento delle rate; circolare sui contributi del 1867 e precedenti; lettera di accompagnamento del presidente della congregazione di Carità; lettera del prefetto dei conti e sulla rettifica dell’iscrizione; il sindaco comunica l’ordine del prefetto circa i conti; permesso del vescovo per il Santo Sepolcro e processione; il prefetto comunica la recisione del conto 1861; il prefetto scrive circa le iscrizioni ipotecarie;circolare per la rinnovazione e rettificazione delle iscrizioni; il cantore direttore spirituale si dimette e chiede la somma; brutta copia della supplica al vescovo per l’approvazione come direttore spirituale di Giuseppe Milone; permesso al priore di solennizzare san Michele; permesso di orazione panegirica di Palombo; lettera del prefetto Fiorenti per l’iscrizione ipotecaria; richiesta urgente del prefetto di borderò Scazzeri; lettera del prefetto per dare i documenti precisi per le iscrizioni ipotecarie; permesso per la festa del Santissimo Nome di Maria; copia di una circolare della curia arcivescovile; permesso per la Novena di Natale.
1867 Lettera del prefetto per la contribuzione del 1867; permesso per i venerdì di marzo e per il Santo Sepolcro; cIrcolare per il contributo alle opere pie; permesso per la festa della Vergine Santissima; circolare circa la tassa di manomorta e sulla ricchezza mobile; lettera del prefetto per le iscrizioni ipotecarie.
Fascicolo 6
1868-1869 1868 Lettera del prefetto circa la causa d’Ippolito; conti del 1868; rendite del gran libro; permesso per le feste di san Michele; restituzione dei ruoli per le specificate modifiche; permesso per la festa del Santissimo Nome di Maria; il ricevitore per la rinnovazione dei titoli ed interessi; permesso per l’esposizione del Santissimo; circolare del prefetto Botti circa alcuni dati statistici; permesso per solennizzare le feste.
1869 Circolare circa gli statuti organici;circolare circa il bilancio dei conti; lettera del prefetto per la nomina degli Ufficiali; lettera del prefetto per la riparazione di alcuni oggetti della congrega; permesso del vescovo per il Santissimo Sepolcro; permesso del sindaco per la processione del giovedì santo; circolare per il contributo a carico delle opere pie.

Cartella C 9
Fascicolo 1
28 agosto 1861 Lettere di Nicola De Simone : ruolo esecutivo per la causa Scazzeri.
25 luglio 1862 Lettere del De Simone.
11 luglio 1898 Lettere di Manlio.
Fascicolo 2
1869-1874 Il prefetto invia il bilancio.
Il prefetto scrive circa la ricchezza mobile.
Approvazione del prefetto sul bilancio del 1869.
Ricevuta per il versamento del prefetto.
Permesso per la festa di san Michele.
Lettera del prefetto circa il restauro dell’organo.
Permesso per festeggiare il SS. Nome di Maria.
Circa il Santo Natale.
Circa un’iscrizione ipotecaria.
Nomina degli Ufficiali del 1870.
Circolare per il contributo del 1870.
Permesso per il Santo Sepolcro.
Lettera del prefetto per i contributo.
Circolare di risoluzione circa il servizio delle iscrizioni delle ipoteche.
Lettera del prefetto per il passaggio al Demanio dello stato dei beni.
Circolare circa le iscrizioni ipotecarie.
Lettera del prefetto De Caro circa le iscrizioni ipotecarie.
Circolare per le rinnovazioni ipotecarie.
Lettera del prefetto circa le iscrizioni ipotecarie di D’Ippolito.
Permesso del vescovo per il Santo Natale.
Ricevitore circa i crediti, iscrizioni ipotecarie e richieste di titolo.
Il prefetto circa l’autorizzazione all’esito.
Ricevute dei titoli.
Circolare per le richieste di bilanci e conti.
Il sindaco comunica la richiesta dei bilanci.
Circolare per i contributi del 1871.
Permesso per il Santo Sepolcro.
Permesso per l’8 maggio festa di san Michele.
Circolare che i segretari di opere devono conoscere.
Circolare per le rinnovazioni ipotecarie.
Il priore ottiene di festeggiare il Santissimo Nome di Maria.
Circolare circa le notizie sull’amministrazione di opere pie.
Risposta alla circolare sull’andamento generale delle opere pie.
Il sindaco comunica di inviare due marche da bollo.
Il prefetto scrive su un capitale di 50 £.
Circolare sulle norme per la retta amministrazione.
Il priore ottiene il permesso di solennizzare la prossima festa.
Il prefetto scrive per la recisione del bilancio.
Il prefetto scrive per i titoli di 134.67 £.
Il prefetto circa il prestito di 134.67 £ nel 1872.
Circolare per la richiesta di bilanci, conti e inventari.
Lettera del prefetto circa i bilanci.
Il prefetto scrive perché non si è aspettata l’approvazione per assumere la carica dei nuovi ufficiali.
Il prefetto scrive per la ricezione dei conti.
Lettera del prefetto circa gli amministratori del 1871.
Il prefetto scrive circa l’inventario completo da non rinnovare.
L’intendete della finanza per mezzo del prefetto scrive per il 1871.
Il sindaco scrive perché la Cattedra dei Riformati passi alla chiesa del Carmine.
Circolare circa il contributo del 1872.
Circolare circa i conti, bilanci e inventari.
Ricezione dell’inventario del prefetto.
Il prefetto invia il certificato nominativo della rendita di 5 £.
Il prefetto circa il ritorno di 5 £.
Permesso per la festa del SS. Nome di Maria.
Il prefetto per la ricezione del bilancio.
Il prefetto invia i mandati.
Ricevuta del prefetto dei mandati.
Circolare di bilanci del 1873.
Prefetto circa la rendita di 20 £.
Circolare circa il contributo del 1873.
Il prefetto circa le rendite del Gran Libro.
Permesso per il Santo Sepolcro.
Brutta copia del priore per ottenere il sindaco il permesso di visitare il Sepolcro (2 copie).
Permesso per esporre il Santissimo nel pomeriggio.
Circolare per i tesorieri, i bilanci, i conti e gli statuti.
Permesso per festeggiare il Santissimo il 16.
Prefetto circa il bilancio del 1874.
Permesso per le feste natalizie.
Il sindaco comunica il divieto per le funzioni notturne del Natale.
Il prefetto circa la ricchezza mobile.
Il prefetto circa la ricezione dei conti.
Il sindaco dichiara appianate 267.42 £.
Fascicolo 3
1870-1879 Permesso del vescovo per i Santi Sepolcri.
Permesso per la festa dell’8 maggio dedicata a san Michele.
Brutta copia della causa di Scazzeri.
Prefetto circa i conti del 1870-1873.
Circolare per l’approvazione degli atti d’incanto.
Circolare circa la rinnovazione dei ruoli esecutivi.
Circolare circa i contributi del 1875.
Permesso di rettificare circa i Santi Sepolcri.
Circolari per i bilanci, statuti e atti d’incanto.
Permesso per la festa di san Michele.
Copie degli omaggi fatti nel giorno natalizio dal pontefice.
Circolare per la commissione tesorieri ed esibizioni bilanci.
Prefetto per la ricezione del bilancio.
Contributo per il 1876.
Circolare sugli amministratori e tesorieri.
Circolari per la richiesta di opere pie e bilanci.
Circolare per il riordino di opere pie.
Circolare per i moduli.
Permesso per i Santi Sepolcri.
Circolare per la chiarificazione di alcuni quesiti.
Circolare per la statistica delle confraternite.
Circolare per la restituzione dei moduli.
Il prefetto circa la ricezione di conti e richieste di marche da bollo.
Il sindaco circa i moduli della circolare del 16 maggio.
Il prefetto circa i conti, bilanci e inventari.
Domanda al vescovo per provvedere ad un sacerdote per riavere il Santissimo nell’altare del Corpus Domini.
Ricezione di inventario dal prefetto.
Permesso per la festa del Santissimo Nome di Maria.
Approvazione del vescovo per gli affari spirituali della congregazione.
Permesso per il Santo Sepolcro.
Lettera circa il bilancio del 1876.
Permesso per la festa di san Michele.
Il ricevitore scrive circa gli interessi del demanio.
Circolare circa i contributi del 1878.
Circolare per il risparmio postale.
Il prefetto circa l’acquisto di rendite pubbliche.
Permesso per i sepolcri.
Prefetto su carta per la ricezione di conti.
Conti coni Liquorini.
Il sindaco invia la deliberazione dei conti morali e materiali.
Approvazione e disapprovazione di atti.
Permesso per il Santo Natale.
Circolare per il tributo provvisorio del 1879.
Domanda dell’arciprete per visitare i Santi Sepolcri.
Il tesoriere Giuseppe Favelli chiede il permesso per festeggiare san Michele.
Il sottoprefetto autorizza la processione di san Michele e delimita strade.
Circolare per la rinnovazione di titoli, censi e redditi.
Fascicolo 4
1879-1884 Circolare per la contribuzione del 1879.
Il sindaco circa il bilancio del 1880.
Il prefetto per la contribuzione del 1879.
Circolare per il bilancio 1880.
Il prefetto circa i ruoli in collettiva.
Richiesta al prefetto per la processione di san Michele.
Circolare per la contribuzione del 1881.
Il sindaco circa la statistica delle opere pie: moduli.
Il sindaco per la richiesta dell’arcivescovo per nominare il padre spirituale.
Domanda per visitare i Sepolcri.
Permesso per il Santo Sepolcro: processione vespertina.
Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Brutta copia del permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Permesso del prefetto per festeggiare san Michele.
Circolare per la contribuzione del 1882.
Circolare per la contribuzione del 1883.
Lettera di accompagnamento per il sindaco.
Lettera del sindaco di approvazione provinciale per i conti del 1881-1882.
Lettera ministeriale per le opere pie 1884 (2 copie).
Circolare per la contribuzione del 1884.
Il prefetto per la statistica delle opere pie.
Copia sull’inchiesta sulle opere pie.
Copia dei quesiti per l’inchiesta.
Permesso della polizia per la processione.
Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro.
Ricezione del questionario.
Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Lettera ministeriale per accompagnare i nuovi moduli.
Decisione per il conto del 1883.
Lettera ministeriale per la statistica delle opere pie.
Compensi agli avvocati per la causa Carla Filippi-Scazzeri.
Circolare per la richiesta di bilanci.
Approvazione per il rettore di Giuseppe Cesare e Luigi Forleo.
Fascicolo 5
1885-1948 Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Lettera ministeriale per la statistica delle opere pie.
Permesso del vescovo per festeggiare Maria Santissima.
Lettera ministeriale per la statistica delle opere pie.
Circola per la richiesta di copia delle regole del 1885.
Ricevuta del conto morale e materiale del 1884.
Copia delle regole.
Permesso del prefetto per la processione del Santo Sepolcro.
Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro.
Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Permesso della polizia per festeggiare san Michele.
Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Circolare per la contribuzione del 1885.
Circa alcuni conti intestati alla congrega.
Circolare per la richiesta di bilanci.
Ispezione delle opere pie.
Lettera del sindaco per il completamento della rendita.
I Liquorini di Francavilla per l’annualità della congrega.
Brutta copia per la richiesta al prefetto di visitare i Sepolcri.
Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro.
Circa la contribuzione del 1886.
Permesso del vescovo per il triduo.
Permesso del vescovo per il Santo Sepolcro per il 1887.
Permesso della polizia per la processione del Santo Sepolcro.
Permesso del vescovo per festeggiare san Michele.
Permesso della polizia per la processione di san Michele.
Rinnovamento del titolo del demanio.
Recisione del conto del 1885.
Deliberazione in causa Colafilippi-Scazzeri.
Causa Colafilippo-Scazzeri del 1889.
Lettera al sindaco circa alcuni fratelli disturbatori del 1890.
Approvazione di alcuni enti del 1891.
Permesso del vescovo per l’esposizione nel Santo Natale nel 1892.
Nuova rinuncia della rendita del 1892-1894.
Conti del 1893.
Richiesta di delibera per la causa della congrega con i Margarita.
Ricevute.
Gratuito patrocinio del 1916.
Inventario degli oggetti della congrega del 1917.
Affitto di Scalia.
Circolare per la riscossione di contributi del 1928.
Circolare per la nuova disciplina della confraternita del 1930
Circolari per la nuova disciplina giuridica della congrega del 1930.
Richiesta dei documenti della curia vescovile di Oria del 1948.

Cartella 10
Fascicolo 1
1860-1892 Inventari dei beni mobili e immobili della Congrega.
1821-1850 Ruolo esecutivo.
1861 Platea della Congrega.
1889-1905 Repertori degli atti stipulati.
Fascicolo 2
1908 Commissione provinciale di pubblica assistenza e beneficenza.
1910-1916 Causa contro Luigi e Francesco Milore.
1913 Ratifica del testamento per la masseria san Giacomo.
s.d. Rilievi di Giovanni de Franco.
1928-1929 Causa a favore del padre Pasquale Jurlaro.
1933 Causa a favore di Elisabetta Cesari e Fumagalli Francesco.
Fascicolo 3
1889 Causa contro Gabriele Fanelli.
1897 Atto di divisione di Raffaele Longo.
1898 Per la disposizione di Teodoro Maria Gargiulo.
1898 Causa a favore di Giuseppe Martire.
1898-1899 Causa contro Luigi Jurlaro.
1928 Credito contro Angelo Summa.
1928 Credito contro Chianura.
s.d. Notifica contro Carlo Camassa.
Fascicolo 4
1788 Memoria della disposizione testamentaria di Marianna Giannuzzi.
1819 Capitale ceduto da Abramo de Fazio.
1838 Rinnovazione dei titolo contro Lamparelli.
1841 Eredità di Maria Vittoria Quaranta.
1841 Condizioni tra Nicola Falcone e la Congrega.
1852 Causa di Scazzeri e Calogiuri contro la Congrega.
1854 Causa pro Maria Teresa Milone.
1858 Causa pro fratelli Gemma.
1858 Ipoteca a Pasquale Giaffreda e Stefano d’Erchie.
1862 Causa contro Scazzeri.
1867 Iscrizione di Angelo Di Summa.
1867 Rettifica di iscrizione di Giovanni Balestra.
1867-1868 Iscrizione di C. Milone.
1871 Rinnovazione di Clavica.
1871 Rinnovazione del Camassa.
1871 Rinnovazione del Lampielli.
1871 Rinnovazione del Miale.
1871 Causa contro Giuseppe dell’Aglio.
s.d. Vertenza contro Margarita Carissimo.

Cartella C 11
1885 Mesate

Cartella C 12
1825 Deliberazioni
1758-1827 Fogli sciolti
1938-1939 Deliberazioni

Richiedi informazioni

Il tuo nome *:
Il tuo Indirizzo EMail *:
Messaggio *:
Codice di Sicurezza *:
Cambia immagine
rift plat
runescape
cheap wow gold
china travel http://www.fiwuk.com/