Ultime NEWS
martedì 12 aprile 2011
venerdì 8 aprile 2011
mercoledì 3 novembre 2010
martedì 19 ottobre 2010
giovedì 16 settembre 2010
Newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Registra Cancella
Credits

Arcidiocesi di Brindisi - Ostuni

Archivio Storico Capitolare

« Torna Indietro

Documenti

b. D/1, parte I

1.1310/13 Atti di quietanza dell’arcivescovo di Bari e Canosa Landolfo e del vescovo di Salpi Galgano per le decime papali.

2. 14 sett.1345 Indiz. XIII. Lettera di Caterina imperatrice di Costantinopoli e principessa di Taranto, diretta al vicario capitolare ed al capitolo di Brindisi per informare che Nicola Neciareo, monaco greco di S. Nicola di Casole dell’ordine di S. Basilio e familiare suo, doveva essere abate del monastero di S. Matteo in Brindisi dello stesso ordine

3. 4 giugno 1370 Atto di quietanza rilasciato da Magno Vetulo, incaricato di papa Urbano V per l’esenzione delle decime, al capitolo e canonici di Brindisi per aver ricevuto un calice d'argento, una croce d’argento, alcuni parametri sacri, un libro ed altri oggetti.

4. 20 ott. 1398 Atto di quietanza dell’abate Giacomo de Abbundantia, canonico di Brindisi e vicario generale dell’arcivescovo, per l’esenzione delle decima papali.

parte II

1. 14 sett. 1402 Atto di quietanza di Joannuccio Caraptulus di Lecce per il censo pagato dal capitolo per una casa vicino S. Paolo.

2. 3 aprile 1404 Atto di quietanza di Floriniano di S. Paolo di Casal Nuovo, subcollettore incaricato da Nicola Stasio cantore della chiesa di Consa e collettore del papa per le decime papali pagate dal capitolo di Brindisi.

3. 10 aprile 1434 Atto di quietanza di Nicola Stasio, cantore della chiesa di Consa e subcollettore nell’arcidiocesi di Brindisi per conto dell’arcivescovo di Napoli Nicola, per le decime papali imposte da papa Eugenio.

4. 1485 Privilegi firmati per la chiesa di Brindisi, sotto richiesta del capitolo, dell’arcivescovo di Brindisi Roberto de Pisicelli.

5. 28 luglio 1486 Lettera regia diretta ai commissari Marsilio e Jacopo Ribera de Casanzio deputati per la raccolta delle decime imposte dal re ai prelati del regno, perché non abbia niente da esigere dall’arcivescovo di Brindisi, per particolarità esentato.

6. 17 marzo 1499 Lettera dell’arcivescovo di Brindisi Roberto Pesicelli spedita da Napoli al capitolo perché il cantore non debba prendere porzione quando non assiste al coro di persona o per mezzo di un sostituto.

parte III
1. 10 gennaio 1506 Lettera di Roberto Pisicelli arcivescovo di Brindisi e Oria e amministratore perpetuo della chiesa di Mottola, diretta ad Angelo Punzinello e Antonio Mondino, procuratore del capitolo di Brindisi, perché sotto pena di scomunica e 200 libbre di cera abbiano da dividere annualmente nel giorno di S. Leucio i censi della chiesa tra i 24 canonici.
Data da Palazzo di Brindisi.

2. 20 aprile 1509 Lettera di Roberto Pisicelli arcivescovo di Brindisi e Oria e vescovo della chiesa di Mottola con la quale dichiara che per occasioni particolari ha consacrato l’olio nella chiesa cattedrale di Oria e che però tale fatto non esclude in perpetuo il diritto della consacrazione nella sua chiesa cattedrale di Brindisi.
Data da S. Pancrazio per mano del cancelliere della curia.

3. 1524 Privilegi per la chiesa di Brindisi richiesti dal capitolo al nuovo arcivescovo Gerolimo Aleandro Trevisano e firmati dal suo generale procuratore Domenico de Mussis.

4. 13 ottobre 1524 Decreto della regia camera, firmato dal conte di S. Severino e diretta al governatore di Terra d’Otranto per esenzione del dazio del vino in favore dei chierici di Brindisi.

5. 26 maggio 1575 Provvisione della regia udienza rilasciata da Cesare Januario, milite dell’ordine di S. Paolo e governatore di Terra d’Otranto su richiesta del capitolo di Brindisi per la conferma delle immunità ai tre chierici coniugati che il capitolo aveva diritto di tenere al servizio della sua chiesa.

6. 29 aprile 1542 Provvisione di Ferdinando Loffredo, governatore di Terra d’Otranto, all’abate Vito Pinello commissario apostolico per la tutela del capitolo in sede vacante contro i diritti dello spoglio

7. 5 novembre 1545 anno XII del pontificato di Paolo III, anno IV del presulato in Brindisi di Francesco Aleandro. Bolla di Francesco Aleandro, arcivescovo di Brindisi e Oria in favore di Luigi de Splà di Brindisi nominato suo auditore e sostituto. Data in Mesagne dal palazzo solito della sua residenza.

8. 26 settembre 1546 Decreto di Alfonso de Aragona de Piccolomini, duca di Malfi, in favore della curia di Brindisi, ad istanza del capitolo, contro Agostino Villanova e Giulio Cuggiò, per il trasporto, armata mano, contro la volontà di alcuni coloni, di alcuni cereali delle terre decimali al capitolo in contrada Cinnerazzi.

9. 11 settembre 1548 Regia provvisione in favore del capitolo di Brindisi per la immunità da qualsiasi gabella su qualsiasi bene anche da acquistarsi.

10. 17 settembre 1548 Provvisione di Ferrante Loffredo, marchese di Trevico e governatore delle province d’Otranto e Bari, e capitano generale, per la esenzione del dazio del vino e dei beni patrimoniali per i legittimi successori e beneficiali del capitolo.

11. 24 ottobre 1548 Provvisione di Ferdinando Loffredo al vicario di Brindisi perché non abusasse della sua autorità contro i preti del capitolo.

12. 31 maggio 1552 Ordine della regia corte al governatore di Terra d’Otranto perché sia rispettato il clero di Brindisi di dare alloggio ai soldati del re che l’anno prima guidati da Marco Antonio de Loffredo avevano requisito le loro case distogliendoli dalla pace e dal culto divino.

13. 3 febbraio 1554 Provvisione di Braccio Martello, vescovo di Lecce e luogotenente di Ferdinando Loffredo per la esenzione del dazio dell’olio ai chierici di Brindisi.

14. 3 novembre 1554 Provvisione della regia corte alla Università di Brindisi perché il capitolo sia immune dalle gabelle del grano e del vino che si produce anche sulle terre affittate ai laici.

15. 23 novembre 1554 Provvisione di Ferdinando Loffredo per i motivi di cui sopra.

16. 4 febbraio 1555 Provvisione di Cicco Loffredo, luogotenente generale del governatore di Terra d’Otranto per la esenzione delle gabelle e dei dazi in favore dei garzoni laici al servizio dei capitolari.

17. 3 settembre 1555 Provvisione della Regia Camera alla Università di Brindisi per l’esenzione della tassa del medico in favore del capitolo.

18. 24 marzo 1561 Exequatur della curia romana alle richieste fatte dal capitolo per fulminare la scomunica contro i detentori delle carte dell’archivio del capitolo e contro i detentori di alcune proprietà.

19. 1562 Processo per la giusta vendita di alcune vigne in contrada Moricino, legate al capitolo da Rosa Pagano per la ricostruzione di tre botteghe nella piazza pubblica vicino alle botteghe di S. Spirito e di Maestro Leonardo Ferraro.

20. 9 settembre 1562 Monitorio del vicario generale di Brindisi Agostino Salvatore per l’esenzione del dazio sul mosto in favore dei chierici.

21. 31 marzo 1563 Decreto di Innico de Aragona de Piccolomini alla regia udienza d’Otranto perché non si intromettano, né facciano alcuna cosa contro il vicario, i chierici ed i preti e le persone ecclesiastiche di Brindisi.

22. 27 maggio 1563 Decreto dello stesso allo stesso per lo stesso motivo.

23. 10 ottobre 1564 Lettera exequatoriale del viceré in Napoli de Ribeira per la bolla apostolica dell’arcivescovo di Brindisi e Oria Giovanni Carlo Bovio.

24. 15 marzo 1567 Lettere exequatoriale dello stesso di cui sopra la riforma delle monache di S. Benedetto in Brindisi.

25. 7 febbraio 1572 Decreto di luca Flisco, vescovo di Andria per la consegna del sacro pallio all’arcivescovo eletto di Brindisi Bernardino de Figueroa.

26. 1572 Privilegi della chiesa di Brindisi richiesti dal capitolo e concessi dall’arcivescovo di Brindisi Bernardino de Figueroa.

27. 26 maggio 1575 Provvisione della regia udienza in favore del capitolo di Brindisi perché sarà escluso dall’osservare la legge dell’Università intorno alle distanze utili per il pascolo nelle terre vicino alle mura della città.

28. 26 aprile 1579 Copia della conclusione del capitolo fatta il 22 aprile 1579 e approvata dall’arcivescovo Figueroa intorno al servizio stabilito perché gli ecclesiastici possano entrare nel gremio del capitolo.

29.24 dicembre 1582 Lettera della corte vicereale al luogotenente e maestro portularo in Brindisi ed al sindaco della Università perché l’arcivescovo possa chiudere una via che porta dalla marina al bastione di difesa per l’ampliamento della chiesa, purché se ne apra un’altra in sostituzione.

30. 27 dicembre 1582 Lettera dello stesso all’arcivescovo di Brindisi per il motivo di cui sopra.

31. 1591 Privilegi della chiesa di Brindisi richiesti dal capitolo e concessi dall’arcivescovo Andrea De Ajardi.

32. 15 marzo 1596 Lettera della corte vicereale al castellano di Brindisi perché non si intrometta negli affari del capitolo.

parte IV

1. 20 dicembre 1601 Decreto della Sacra Congregazione perché non si canti nel coro per un’ora dopo la messa cantata.

2. 2 marzo 1602 Decreto della Sacra Congregazione perché le messe solenni e le altre funzioni siano di diritto delle dignità del capitolo e non del vicario generale.

3. 16 ottobre 1609 Decreto della Sacra Congregazione perché i canonici non siano tenuti a portare la croce e la coda pontificale e che possano congregarsi anche senza avvisare l’arcivescovo (si rimette ai decreti del 1583 e 1584).

4. 1610 Lettera del cardinale Gallo della Sacra Congregazione per l’elezione del vicario capitolare e riunioni del capitolo.

5. 30 gennaio 1616 Decreto della Sacra Congregazione perché le funzioni pertinenti all’arcivescovo in caso di assenza siano affidate alla prima metà del capitolo.

6. 19 luglio 1619 Decreto della Sacra Congregazione perché un capitolare, il quale eserciti la cura delle anime possa essere eletto vicario capitolare in sede vacante in Oria.

7. 2 settembre 1620 Decreto dell’arcivescovo Falces contro frati del convento di S. Maria della Grazia perché intervenissero nelle pubbliche processioni.

8. 28 aprile 1621 Provvisione della Regia Camera contro Vittorio Pascale e suoi eredi per l’adempimento in favore del capitolo del censo imposto sulla casa che fu di Giovanni Antonio Gigante vicino alla chiesa del Sepolcro.

9. 7 gennaio 1626 Richiesta dei capitolari all’arcivescovo per la distribuzione delle messe dei legati pii.

10. 31 dicembre 1629 Atto di fede dei capitolari per gli incarichi alle funzioni spettanti alle dignità del capitolo per le feste solenni in assenza dell’arcivescovo.

11. 31 agosto 1631 Mandato di pagamento per il legato Monetta.

12. 20 luglio 1633 Atto di fede del sindaco Luca Sarmento per l’introito di alcune gabelle dei capitolari con il mandato di pagamento del capitolo.

13. 22 dicembre 1634 Atto di fede del cassiere dell’Università Luca Sarmento per le tasse sul denaro che tiene a censo il capitolo sulle entrate dell’Università.

14. 23 dicembre 1634 Decreto della Sacra Congregazione perché i doveri dei canonici in coro durante le celebrazioni delle messe.

15. 1635 Decreto dell’arcivescovo di Brindisi perché i sacerdoti sotto pena ecclesiastica, non tralascino di assolvere agli obblighi morali e alle celebrazioni delle messe.

16. 31 agosto 1635 Mandato di pagamento di Luca Sarmento per il censo sulle entrate delle Università.

17. 6 dicembre 1635 Provvisione della Regia Camera contro l’Università di Carovigno per il censo di ducati 1000 dovuti al capitolo.

18. 1635 Decreto della Regia Camera per la causa di cui sopra contro l’Università di Brindisi.

19. 12 dicembre 1637 Decreto della Sacra Congregazione dei Cardinali per le esenzioni ai diaconi selvaggi della chiesa di Brindisi.

20. 1640 Decreto dell’arcivescovo Monetta, vicario generale per la tutela dei diritti della chiesa di Brindisi sul feudo Calone.

21. 14 marzo 1643 Decreto della Sacra Congregazione on favore dei nuovi porzionari Antonio Splà e Nicola Antonio Pinto.

22. 17 maggio 1667 Decreto dell’arcivescovo di Brindisi De Estrada per il beneficio istituito da Caterina Barone.

23. 1669 Decreto per lacune eredità contestate al capitolo.

24. 1673 Atto di fede del guardiano del convento di S. Maria del Casale in Brindisi dell’ordine dei cappuccini per la soddisfazione di alcune messe di alcuni legati del capitolo.

25. 1692 Provvisione della regia camera per ciò che doveva l’Università di Brindisi al capitolo ed al monastero di S. Benedetto.

26. 12 febbraio 1699 Decreto della Sacra Congregazione per la precedenza dl alcuni canonici rinunciatari nelle processioni.

parte V

1. 16 aprile 1717 Supplica delle monache di S. Chiara di Brindisi al capitolo perché al passaggio della processione di S. Teodoro sia loro concesso di venerare nella loro chiesa il corpo del glorioso santo (con l’approvazione del capitolo a firma del canonico procuratore generale).

2. 15 agosto 1722 Exequatur regio in favore di Andrea Maddalena vescovo eletto di Ugento.

3. 15 settembre 1722 Assenso apostolico per l’impiego a censo redimibile di 300 ducati ricavati dalla vendita fatta ai padri di S. Francesco di Paolo del magazzino lasciato al capitolo da Giovanni Spinelli.

4. 28 novembre 1722 Regio exequatur al breve apostolico per la nomina di Andrea Maddalena ad arcivescovo di Brindisi.

5. 6 dicembre 1724 Lettera dell’arcivescovo Salerno Paolo de Villana Perlas con la quale afferma che l’arcivescovo di Brindisi suo successore Andrea Maddalena ha ricevuto dalle sue mani, per incarico del cardinale Francesco Pignatelli il Sacro Pallio.

6. 13 novembre 1726 Monitorio dell’arcivescovo di Filippi Giuseppe Accoramboni contro il capitolo di Guagnano.

7. 16 novembre 1728 Decreto della Sacra Congregazione dei Riti per l’ufficio e la messa di S. Liborio vescovo, chiesti per l’arcidiocesi dall’arcivescovo di Brindisi a Benedetto III per il 22 luglio di ogni anno.

8. 11 ottobre 1728 Decreto della Sacra Congregazione al ricorso del canonico Giovanni Antonio De Napoli che doveva assicurarsi da Brindisi e dal servizio del coro per causa di studi.

9. 17 settembre 1735 Decreto della Sacra Congregazione dei Riti per l’ufficio e la messa per il patrocinio di S. Giuseppe richiesti dall’arcivescovo di Brindisi e concessi per il primo giorno dopo la domenica di Pasqua.

10. 4 marzo 1741 Ordine del nunzio apostolico di Napoli perché Gaetano Madoni assolva il suo debito verso l’arcidiacono Pietro Stea.

11. 21 marzo 1741 Lettera dell’arcivescovo per la causa di cui sopra.

12. 15 aprile 1741 Lettera del nunzio apostolico all’arcivescovo per la causa di cui sopra.

13. 1 dicembre 1744 Decreto dell’arcivescovo di Brindisi per l’uso dell’abito canonicale da portare sopra i cadaveri dei canonici defunti.

14. 1744 Atti per la tassa del casale disabitato di Calone.

15. 6 maggio 1749 Decreto sinodale dell’arcivescovo Sersale col quale stabilisce che il capitolo potrà soltanto riunirsi dopo aver terminato gli uffici divini e se deve trattare di questioni amministrative laiche il capitolare parente anche in secondo grado del soggetto in discussione non deve intervenire.

16. 20 settembre 1749 Decreto della Sacra Congregazione dei Riti per l’ufficio di S. Leucio.

17. 20 luglio 1749 Attestato dell’arcivescovo di Brindisi Antonio Sersale, patrizio di Napoli e di Sorrento consigliere a latere di Sua Santità e signore di S. Donaci e S. Pancrazio per la consacrazione della sua chiesa cattedrale.

18. 18 marzo 1751 Decreto della Sacra Congregazione dei Riti per l’ufficio della Beata Vergine dei sette dolori.

19. 3 aprile 1754 Decreto della Sacra Congregazione dei Riti per l’ufficio del S. Vescovo Martire Emigdio.

20. 29 aprile 1755 Fede del capitolo rilasciata su richiesta di Grazia Pasimeo per i limiti di territorio tra la masseria Sbitri e la masseria Giancola.

21. 1758 Atto di fede del sacerdote Ferdinando Maria Geofilo eremita di Monte Luco della provincia di Spoleto per la soddisfazione delle messe del beneficio Le Donne di Brindisi.

22. 1760 Come sopra

23. 11 marzo 1764 Exequatur della regia camera per l’accettazione al capitolo dell’eredità di Giuseppe Ignini.

24. 23 febbraio 1765 Come sopra

25. 11 marzo 1769 Atto per la promozione al IV ordine minore del chierico Teodoro D’Ippolito.

26. 2 giugno 1780 Decreto della Congregazione dei Riti per le indulgenze concesse alle monache della chiesa degli Angeli in Brindisi per la recita delle litanie alla Vergine.

27. 3 settembre 1780 Concessione di Frate Ilarione, padre generale dei carmelitani per l’indulgenza plenaria in articolo di morte, in favore delle monache di S. Maria degli Angeli di Brindisi che indossano lo scapolare della Vergine.

28. 18 dicembre 1783 Decreto della Sacra Congregazione per la supplica del capitolo che chiedeva affinché l’arcivescovo prorogasse ancora di sei mesi il termine per ordinare l’archivio.

29. 17 luglio 1788 Supplica del capitolo al re e decisione degli uffici regi di Lecce per l’uso delle prebende dei canonicati vacanti.

30. s.d. Supplica del capitolo di Brindisi alla Sacra Congregazione per i diritti sulle feste che devono celebrare i canonici e le dignità del capitolo.

b. D/2

1. 1809 Facoltà di confessione rilasciata dall’arcivescovo Annibale De Leo al sacerdote Giovanni Cagnulo di Veglie.

2. 15 marzo 1820 Documento del ministero degli affari ecclesiastici per la nomina del canonico penitenziere del capitolo di Brindisi.

3. 6 aprile 1822 Decreto dell’arcivescovo Giovanni Maria Tedeschi per la promozione alla tonsura clericale e ai quattro ordini minori del novizio Giovanni Tarantini.

4. 24 novembre 1824 Atto del ministero degli affari ecclesiastici per la nomina dell’arcidiacono.

5. 22 aprile 1826 Transunto delle bolle pontificie per la nomina dell’arcivescovo di Brindisi Pietro Consiglio.

6. 23 dicembre 1826 Decreto dell’arcivescovo Consiglio per la nomina a suddiacono dell’accolito Giovanni Tarantini.

7. 1 marzo 1828 Come sopra per la nomina a diacono dello stesso.

8. 31 maggio 1828 Come sopra per la nomina dello stesso a presbitero.

9. 11 giugno 1828 Atto di nomina come sopra per lo stesso al canonicato teologale.

10. 12 giugno 1828 Decreto dell’arcivescovo per la nomina di canonico teologale con prebenda in favore di Giovanni Tarantini.

11. 9 agosto 1828 Richiesta d’informazione da Napoli per i piani delle chiese ricettizie del regno.

12. 15 agosto 1828 Assenso regio in favore del capitolo per l’accettazione del legato dell’arcivescovo Annibale De Leo.

13. agosto 1828 Atto di fede della curia di Brindisi per la collegialità della chiesa di Mesagne.

14. 21 agosto 1828 Atto di fede come sopra fatto dalla cancelleria vescovile della curia amministrativa di Ostuni per la collegialità della chiese della diocesi.

15. 19 ottobre 1829 Decreto del provicario generale dell’arcivescovo Consiglio perché il canonico teologo Giovanni Tarantini possa stare sei mesi in Napoli per i suoi affari.

16. 17 novembre 1829 Facoltà dell’arcivescovo di Napoli cardinale Ruffo in favore del canonico Tarantini per la celebrazione della messa in qualsiasi cappella in Napoli durante il suo soggiorno in quella città.

17. 15 settembre 1831 Decreto del provicario generale dell’arcivescovo perché il canonico teologo Giovanni Tarantini possa stare tre mesi a Roma per suoi affari.

18. 15 settembre 1831 Decreto dell’arcivescovo Consiglio in favore del canonico Tarantini perché in Roma possa visitare per lui alcune chiese e baciare il piede al pontefice Gregorio XVI.

19. gennaio 1832 Circolare dell’amministrazione diocesana di Brindisi per i titolari dei benefici e i partecipanti dei capitoli ricettizi.

20. 20 gennaio 1832 Nomina arcivescovile in favore di Giovanni Tarantini ad esaminatore prosinoidale.

21. 16 novembre 1832 Concessione fatta dalla S. Sede perché il canonico teologo Giovanni Tarantini possa leggere e ritenere libri proibiti per ragioni di studi.

22. 31 dicembre 1833 Nomina arcivescovile in favore di Antonio Tarantini a gestore del capitolo.

23. 1834 Decisione della Sacra Congregazione per la causa contro i Carmelitani.

24. 1834 Relazione del procuratore ad lites incaricato dal comune di Brindisi per la vertenza con il capitolo per i diritti spettanti per il trasporto dei morti.

25. 26 dicembre 1835 Decreto della curia arcivescovile per la puntatura agli assenti nel coro.

26. 4 febbraio 1836 Come sopra perché non siano considerati partecipanti quelli che avranno superati i tre mesi conciliari di assenza dal coro.

27. 20 dicembre 1836 Delega del gran Priore dell’ordine costantiniano in favore di Giovanni Tarantini per la Santa Visita della cappella dio S. Antonio in Brindisi.

28. 31 gennaio 1840 Disposizione del vicario capitolare perché sia dal procuratore del capitolo più equamente applicata la multa agli assenti in coro.

29. 30 settembre 1840 Documenti dell’ispettore delle foreste per l’incendio del bosco di Casignano.

30. 1840/41 Informazioni del ministro degli affari ecclesiastici che i frutti dell’abbazia di S. Andrea per disposizione sovrana dovevano servire per il mantenimento dei missionari del redentore di Vallo in diocesi di Capaccio.

31. 30 novembre 1841 Dichiarazione della conservatoria delle ipoteche di Lecce in favore del capitolo.

32. 4 maggio 1842 Informazione della curia arcivescovile a Giovanni Tarantini per l’elezione ad esaminatore prosinodale.

33. 28 gennaio 1844 Informazione dell’arcivescovo Planeda al Tarantini perché si interessi alla pia opera della propagazione della fede da fondarsi in Brindisi.

34. 18 gennaio 1845 Assenso regio per ,’accettazione del legato di Maria Gianfreda.

35. 9 marzo 1845 Informazione dell’arcivescovo al procuratore del capitolo per l’accettazione del legato Gianfreda.

36. 27 maggio 1845 Decisione della Sacra Congregazione per gli obblighi del capitolo di Brindisi.

37.1845 4 agosto Decreto dell’arcivescovo Planeda in favore del canonico Giovanni Guadalupi perché potesse recarsi in Napoli, Roma, Palermo per ragioni di salute nello spazio di due mesi.

38. 1845 7 dicembre Decreto dell’arcivescovo Planeda in favore di Giovanni Tarantini per la nomina ad arciprete della chiesa di Brindisi.

39. 1846 17 novembre Documento della deputazione speciale dell’opera del porto per l’uso del fondo del capitolo in contrada Rosea.

40. 1847 Stato libero rilasciato dall’arcivescovo di Leucosia per Raffaele Michelupi di Napoli.

41. 1847 18 maggio Rapporto di Carmine Cerri caposezione al capo urbano di Brindisi per la tranquilla notte trascorsa

42. 1847 29 maggio Dichiarazione di frate Agostino dei cappuccini per aver ricevuto dalle mani di Giovanni Tarantini 30 ducati lasciati dal sovrano alla loro chiesa.

43. 1847 29 maggio Documento della Deputazione speciale dell’opera del porto per l’uso del fondo in contrada Rosea.

44. 1848 2 marzo Assenso regio in favore del capitolo per il legato di Giuseppe D’Amici.

45. 1849 10 gennaio Informazione dell’arcivescovo Planeda al capitolo per l’accordo concesso dal papa per la rinuncia all’arcivescovado.

46. 1849 4 marzo Atto per l’incarico dato dall’arcivescovo a Giovanni Tarantini per esaminare il sacerdote Leuzzi di Salice onde abilitarlo alle confessioni.

47. 1849 7 aprile Ordine della deputazione della provincia d’Otranto al capitolo per svellere il canneto vicino all’acquedotto nel giardino S. Crispiero.

48. 1849 20 maggio Memoria per alcune multe pagate dal capitolo per alcune nuove fabbriche in via Amena.

49. 1849 14 luglio Assenso regio in favore del capitolo per il legato di Giuseppe Chimienti.

50. 1849 28 agosto Informazione dell’arcivescovo al procuratore generale del capitolo per l’accettazione del legato di cui sopra.

51. 1849 10 novembre Passaporto per Napoli rilasciato a Giovanni Tarantini arciprete curato in Brindisi.

52. 1849 16 novembre Decreto dell’arcivescovo Planeda in favore di Giovanni Tarantini perché possa per suoi affari trattenersi due mesi in Napoli.

52 bis. 1850 31 gennaio Lettera dell’arcivescovo eletto in Brindisi mons. Rotondo al capitolo per ringraziamento alle loro manifestazioni all’atto della nomina.

53. 1850 13 marzo Regio exequatur alla bolla apostolica per la nomina di Giovanni Tarantini a primicerio del capitolo di Brindisi.

54. 1850 6 giugno Decreto del vicario generale arcidiacono Guerrieri perché il procuratore non concedesse alcune terre per impiantare vigneti.

55. 1852 Lettera testimoniale dell’arcivescovo Ferrigno per il battesimo di Rosa Cerrone della terra di S. Vito.

56. 1853 23 giugno Decisione della Sacra Congregazione per le innovazioni delle preghiere.

57. 1854 2 giugno Lettera del priore dei teresiani di Brindisi al vicario generale per la partecipazione alle processioni.

58. 1854 15 luglio Regio exequatur alla bolla apostolica per la nomina di Giovanni Tarantini a coadiuvatore perpetuo ed irrevocabile dell’arcidiacono prima dignità.

59. 1856 18 gennaio Facoltà della Sacra Congregazione per il vicario capitolare Vito Guerrieri.

60. 1856 28 giugno Decreto del vicario generale arcidiacono Guerrieri perché il suo coadiuvatore Giovanni Tarantini potesse andare in Napoli per suoi affari.

61. 1859 4 febbraio Richiesta dell’arcivescovo al procuratore del capitolo per la formazione delle platee delle opere pie.

61 bis. 1860 Programma del direttore diocesano del clero italiano (stampa).

62. 1865 9 maggio Passaporto per Venezia rilasciato a Giovanni Tarantini.

63. 1865 27 luglio Decisione dell’economato generale dei benefici vacanti per il reclamo del tesoriere de Castro contro la tassa di mano morta e quota di annuo concorso.

64. 1866 15 marzo Replica del subeconomato ad una decisione già presa contro il capitolo.

65. 1866 14 dicembre Circolare del ministero delle finanze per i beni ecclesiastici passati al Demanio.

66. 1867 8 gennaio Informazione del comune di Brindisi al procuratore del capitolo per il legato di Chiara Taliento in favore della Congregazione di Carità con il peso di 5 anniversari anni.

67. 1867 17 giugno Passaporto per gli Stati Pontifici per Giovanni Tarantini.

68. 1867 26 giugno Certificato del sindaco di Brindisi Luigi De Marzo per la tassa dei depositi e prestiti.

69. 1867 18 settembre Concessione del ministero delle finanze per l’amministrazione provvisoria dei beni ecclesiastici accordata ad alcuni investiti.

70. 1867 7 ottobre Facoltà pontificia per gli acquirenti dei beni ecclesiastici.

71. 1869 4 aprile Dichiarazione del comune di Brindisi per la presa di possesso degli ulivi scorporati di locazione.

72. 1869 25 ottobre Richiesta dell’ufficio del registro al capitolo per la produzione dei contratti di locazione.

73. 1869 28 ottobre Decreto della consulta per la conservazione dei monumenti per la nomina di Giovanni Tarantini a membro di detta commissione per la provincia di Terra d’Otranto.

74. 1871/72 4 febbraio Approvazione dell’intendenza di finanza del tesorierato del capitolo di Brindisi.

75. 1872 23 luglio Informazione del comune di Brindisi per la prebenda arcidiaconale.

76. 1872 3 dicembre Facoltà pontificia in favore dell’arcivescovo Ferrigno per ogni diritto nella sua arcidiocesi.

77. 1873 31 gennaio Lettera del cancelliere della curia di Brindisi al procuratore del capitolo per informare che il canonico penitenziere Vincenzo Negro era stato eletto arcivescovo all’arcipretura curata di Veglie sua patria.

78. 1873 31 luglio Documento dell’Intendenza di Finanza per la richiesta al capitolo di alcune denunzie da produrre in tempo utile.

79. 1875 25 maggio-2 agosto Decreto della Sacra Congregazione in favore del vicario capitolare di Brindisi in sede vacante.

80. 1875 28 agosto Decreto per la nomina dell’arcidiacono Giovanni Tarantini ad ispettore degli scavi e monumenti in Brindisi.

81. 1875 29 settembre Lettera dell’arcivescovo Aquilar all’arcidiocesi per informare della sua nomina e per garantire l’incaricato un amministrativo arcidiacono Giovanni Tarantini.

82. 1975/76 Documenti del regio economato e subeconomato dei benefici vacanti per l’amministrazione dei seminario arcivescovile di Brindisi.

83. 1876 25 febbraio Estratto dei registri parrocchiali di Brindisi per il grado di parentela tra Desiderio Guadalupi e Maria Caterina Guadalupi per la richiesta della dispensa matrimoniale.

84. 1877 16 marzo Minuta di supplica per Pio IX fatta dal capitolo di Brindisi per questioni amministrative.

85. 1877 Id. di novembre Dispensa matrimoniale per quarto grado di consanguineità rilasciata da Roma per il matrimonio di Giuseppe Spagnulo e Luisa Franco.

86. 1877 Licenza dell’arcivescovo Aquilar per la facoltà di confessione in favore di Antonio Maione.

87. 1879 4 luglio Decreto dell’arcivescovo di Brindisi per il concorso del parroco della chiesa di Brindisi.

88. 1879 IV Kal. di settembre Privilegi dei protonotai apostolici (stampa).

89. 1879 28 febbraio Atto di fede di Felicia Palasciano beneficiata del capitolo.

90. 1879/80 Documenti dell’Intendenza di Finanza per la conversione di alcune rendite del capitolo.

91. 1880 Facoltà rilasciata dall’arcivescovo ad Antonio Notaio della congregazione salesiana per le confessioni.

92. 1881 28 febbraio Richiesta del canonico Luigi De Marco parroco della SS. Trinità di Brindisi al capitolo per una sovvenzione per i restauri della sua chiesa.

93. 1881 aprile Supplica del capitolo e concessione della Sacra Congregazione per la vendita della casa in largo Concordia del beneficio Marinazzo.

94. 1881 10 giugno Decreto pontificio per la nomina di Giovanni Tarantini a protonotaio apostolico.

95. 1881 5 luglio Facoltà data dalla Sacra Congregazione all’arcidiacono Tarantini per la celebrazione di alcune messe nel suo oratorio privato.

96. 1881 5 agosto Informazioni del subeconomato per i conti speciali dei canonicati vacanti in Brindisi.

97. 1881 9 dicembre Atto degli uffici della sottoprefettura di Brindisi per la rinnovazione del ruolo esecutivo della prebenda arcidiaconale.

98. 1882 28 maggio Facoltà della Sacra Congregazione in favore di Giovanni Tarantini perché le messe celebrate nel suo oratorio privato possano valere anche per i suoi parenti.

99. 1882 8 novembre Come sopra perché le messe siano valide anche per i forestieri.

100. 1883 12 aprile Ordine dell’arcidiacono Tarantini procuratore del capitolo perché tra i razionali esaminatori della amministrazione del capitolo vi sia il rappresentante della curia.

101. 1883 luglio Dichiarazione delle sorelle Ripa per accertare che il sacerdote Cosimo Camassa aveva celebrato quotidianamente nel loro oratorio privato.

102. 1883 27 luglio Atto della verifica dei conti capitolari fatto dal sacerdote Memmola.

103. 1883 Documenti del regio economato dei benefici vacanti per l’aggiusto di rate del cantorato primiceriale di Brindisi.

104. 1885 18 marzo Decreto dell’arcivescovo Aquilar per il regime della puntatura.

105. 1885 19 marzo Nomina dell’arcivescovo Aquilar in favore del canonico mansionario Cosimo Giorgino a membro della amministrazione del seminario arcidiocesano.

106. 1885 21 dicembre Lettera dell’arcivescovo Aquilar per le sacre funzioni in onore di S. Leucio primo vescovo di Brindisi.

107. 1886 21 giugno Richiesta dell’arcidiacono Tarantini alla Intendenza di Finanza per il beneficio Petrù.

108. 1888 12 aprile Atto del regio economato per il mansionario vacante della cattedrale.

109. 1888 5 luglio Decreto della Sacra Congregazione perché l’arcidiacono Tarantini sia dispensato dalla frequenza al coro per la sua età avanzata.

110. 1889 20 febbraio Supplica del priore di S. Paolo Antonio Cesarea per la messa mattinale nella sua chiesa.

111. 1889 23 febbraio Atto del regio economato per l’amministrazione dell’arcipretura della cattedrale.

112. 1889 2 maggio Atto del regio economato per l’amministrazione dell’economato tesorierale di Brindisi.

113. 1889 4 giugno Transunti delle lettere apostoliche in favore dell’arcivescovo Salvatore Palmieri eletto di Rossano.

114. 1890 21 aprile Atto del regio economato per il dissequestro e consegna di certificati all’arcidiacono della cattedrale.

115. 1890 27 aprile Assenso regio in favore del capitolo per l’accettazione del legato di Giuseppa Taliento.

116. 1890 5 giugno Come sopra per l’accettazione del legato di Carolina Candilera.

117. 1892 14 maggio Supplica degli eredi di Teodoro Rescia per la riduzione di alcune decime.

118. 1892 Atto del subeconomato per l’assegno al vicario capitolare.

119. 1893 13 maggio Atto del subeconomato per la causa di cui sopra.

120. 1893 26 maggio Notifica del vicario generale canonico Felice del Sordo all’arcidiacono perché l’archivio capitolare trovandosi in stato deplorevole fosse ordinato e ricomposto con le carte estratte fuori dai sacerdoti interessati.

121.1893 12 novembre Richiesta di Alessio Balsamo al capitolo per la diminuzione delle decime sui fondi S. Elia.

122. 1893 20 dicembre Lettera dell’arcivescovo Palmieri con la quale nomina suo convisitatore pastorale per la intera arcidiocesi l’arcidiacono Antonio Di Giulio.

123. 1893 Verbale di consegna fatto dal regio economato al nuovo canonico tesoriere.

124. 1894 Circolare ed altri ordini dell’arcivescovo e del vicario generale per la nomina del provicario generale Paolo Epifani di S. Vito

125. 1895 11 gennaio Editto dell’arcivescovo Palmieri perché la messa mattinale nella chiesa cattedrale sia all’ora dell’alba ed in S. Paolo mezz’ora dopo.

126. 1895 23 aprile Supplica del canonico Laviano all’arcivescovo perché possa esentarsi dal coro stante la sua età.

127. 1895 9 agosto Circolare del vicario generale Francesco Paolo Epifani per la festa del 20 settembre.

128. 1895 Documento per aggiusto della rata della prebenda cantorale.

129. 1896 25 febbraio Ordine dell’arcivescovo Palmieri per il raduno del clero nella cattedrale per un ritiro spirituale ordinato da Leone XIII.

130. 1896 29 marzo Circolare del provicario generale ai rettori e cappellani della chiesa e confraternita per le funzioni della Settimana Santa.

131. 1896 31 marzo Informazione del canonico Leanza circa i diritti di precedenza sui canonici onorari.

132. 1896 15 giugno Verbale di consegna del subeconomato per la prebenda al nuovo canonico tesoriere

133. 1896 Decreti del vicario generale per la sua assenza dalla sede e per le puntature al servizio del coro.

134. 1897 gennaio Richiesta dell’arcivescovo di Brindisi al capitolo per la dimostrazione del piano capitolare con la risposta dello stesso capitolo.

135. 1897 10 febbraio Informazione dell’arcivescovo all’arcidiacono per la dispensa dal servizio del coro per Giustino Minunni accordata dalla Sacra Congregazione per i giorni di scuola.

136.1897 16 febbraio Relazione dell’arcidiacono Di Giulio all’arcivescovo per le messe trascurate dall’abate Bringidoro.

137. 1897 24 settembre Ordine dell’arcivescovo all’arcidiacono per la convocazione del capitolo per l’iscrizione al ritiro spirituale.

138. 1899 18 marzo Concessione dell’arcivescovo Palmieri perché il precetto pasquale sia possibile fino alla domenica della SS. Trinità.

139. 1899 26 maggio Verbale di consegna del subeconomato della prebenda del canonico tesoriere

140. 1899 25 luglio Ordine del vicario generale all’arcidiacono perché spieghi i difetti di distribuzione procurati a danno del querelante Cosimo Giorgino.

141. 1899 15 settembre Circolare del provicario generale per il ritiro spirituale del clero ordinato da Leone XIII.

142. 1899 15 settembre Lettera del provicario generale all’arcidiacono del capitolo per preparare un giusto ricevimento al cardinale Cretone e a mons. Respighi che dovevano passare da Brindisi.


b. D/3

1. 1900 26 aprile Lettera di ringraziamento del re al capitolo trasmessa attraverso la sottoprefettura per le funzioni fatte dal capitolo per lo scampato pericolo dall’attentato.

2. 1900 15 aprile Decreto dell’arcivescovo per la riduzione delle messe d’obbligo accordata dalla Sacra Congregazione.

3. 1900 12 aprile Supplica dei capitolari all’arcivescovo per le messe basse da celebrarsi all’altare del Sacramento.

4. 1902 4 gennaio Decreto dell’arcivescovo per la puntatura.

5. 1903 4 febbraio Circolare dell’arcivescovo Salvatore Palmieri per pregare per il pontefice.

6. 1904 18 luglio Ordine dell’arcivescovo per la celebrazione delle messe dovute sotto pena di sospensione per chi mancasse agli obblighi.

7. 1906 21 gennaio Invito del vicario generale al procuratore del capitolo per le feste da fare al nuovo arcivescovo Morando.

8. 1906 7 maggio Richiesta del sacerdote Teodoro Caravaglio alla curia per l’amministrazione del beneficio Marinazzo.

9. 1906 29 agosto Lettera del vicario generale all’arcidiacono per informare che l’arcivescovo vuole nominare quattro porzionari e due canonici onorari per il servizio del coro.

10. 1906 7 settembre Come sopra per la causa di cui sopra.

11. 1906 19 settembre Decreto del vicario generale per le funzioni in onore della regina SS. del Rosario nel mese di ottobre.

12. 1906 20 ottobre Bolla dell’arcivescovo Morando per la nomina di Francesco Giuffré a canonico penitenziere con il regio placet del procuratore generale del re.

13. 1906 29 dicembre Proposta dell’arcivescovo per la revisione degli statuti capitolari

14. 1907 2 gennaio Lettera dell’arcivescovo per la causa di cui sopra.

15. 1907 29 gennaio Ordine dell’arcivescovo per la puntatura al servizio del coro e dell’altare.

16. 1907 20 gennaio Ordine dello stesso per la commemorazione dei vescovi e sacerdoti defunti.

17. 1907 3 febbraio Ordine dello stesso per l’esposizione del Santissimo nella chiesa degli Angeli e serata di beneficenza.

18. 1907 10 febbraio Ordine dello stesso per le funzioni speciali e il triduo a S. Leucio onde non persista la pioggia che reca danno alla campagna.

19. 1907 25 maggio Atti del regio economo per l’approvazione delle prebende dei dignitari della chiesa di Brindisi.

20. 1907 25 maggio Ordine dell’arcivescovo per la celebrazione del triduo nell’ottava del Corpus secondo il desiderio del Santo Padre.

21. 1907 29 luglio Ordine del vicario generale per il caso morale ed il ritiro pontificale.

22. 1907 28 agosto Decreto dell’arcivescovo in Santa Visita perché i partecipanti non si assentino dal coro nei giorni di solenne pontificale.

23. 1908 21 gennaio Ordine dell’arcivescovo per la relazione sugli statuti capitolari.

24. 1908 24 gennaio Risposta dell’arcivescovo alla deliberazione capitolare del 18 gennaio per l’associatura dei cadaveri.

25. 1908 11 febbraio Ordine dell’arcivescovo per il regime delle messe capitolari.

26. 1908 11 marzo Decreti particolari dell’arcivescovo Morando fatti in Santa Visita per la chiesa metropolitana di Brindisi.

27. 1908 5 agosto Ordine dell’arcivescovo firmato dal cancelliere Teodoro Caravaglio per i funerali di mons. Salvatore Palmieri.

28. 1908 5 settembre Atto dell’arcivescovo per la promozione di alcuni capitolari non approvata dallo stesso capitolo.

29. 1908 26 settembre Ordine dell’arcivescovo per l’esposizione del Santissimo e la novena da farsi nella chiesa di Brindisi.

30. 1908 31 dicembre Ordine dello stesso perché siano applicati maggiori rigori contro gli assenti al caro.

31. 1909 15 gennaio Avviso dell’arcivescovo perché il caso morale si portasse per iscritto eccetto per le dignità del capitolo, gli esaminatori prosinodali, i vecchi confessori, i parroci ed i vicari foranei.

32. 1909 7 aprile Ordine dell’arcivescovo ai canonici mansionari e ai sacerdoti di Brindisi per le binazioni delle messe in particolari necessità.

33. 1910 12 aprile Richiesta dell’amministrazione della masseria Cella Rejes per le decime dovute al capitolo.

34. 1911 26 aprile Decreto dell’arcivescovo Valeri in Santa Visita per la chiesa metropolitana di Brindisi.

35. 1911 Lettera del canonico Camassa all’arcivescovo perché i capitelli della vecchia cattedrale fossero sistemati in maniera migliore e non come base alla statua di S. Rocco.

36. 1912 10 gennaio Circolare della curia arcivescovile ai cappellani della confraternite e pie unioni per la nomina dei presidenti e dei priori.

37. 1912 15 gennaio Verbale di consegna fatto dal subeconomato per alquanti benefici vacanti della chiesa di Brindisi.

38. 1913 22 febbraio Circolare ai cappellani delle confraternite e pie unioni per l’applicazioni dell’ordine esposto nella circolare del 10 gennaio.

39. 1913 24 febbraio Decisione della dataria apostolica per il conferimento del diaconato al sacerdote Giovanni Lopez con l’onere in favore dell’arciprete pro tempore consistente nel versamento di una quota parte della sua prebenda.

40. 1913 6 settembre Invito dell’arcivescovo al procuratore per produrre le ragioni di una deliberazione capitolare.

41. 1913 varie date Atti per la nomina del canonico tesoriere.

42. 1913 varie date Atti per il piano gerarchico del capitolo.

43. 1914 24 gennaio Verbale di consegna per la prebenda del nuovo tesoriere.

44. 1914 14 maggio Considerazioni di alcuni capitolari per la modifica dell’ordine dell’arcivescovo perché nei funerali un sacerdote resti almeno in parrocchia per l’amministrazione dei sacramenti.

45. 1914 8 giugno Ordine dell’arcivescovo Valeri perché persone estranee al culto non abbiano accesso al campanili delle chiese.

46. 1914 30 giugno Progetto di lavori di restauro occorrenti alla cattedrale di Brindisi.

47. 1914 21 novembre Approvazione del regio economato alla nomina del nuovo tesoriere.

48. 1914 30 novembre Nomina del procuratore Salvatore Polmone a membro della commissione per l’erezione delle nuove parrocchie.

49. 1914 29 dicembre Ordine dell’arcivescovo per le partecipazioni ai benefici.

50. 1914 Atti del regio subeconomato per la prebenda del tesoriere.

51. 1915 22 febbraio Ordine della curia arcivescovile per la colletta pro pacis.

52. 1915 24 aprile Ordine dell’arcivescovo per il servizio del coro.

53. 1915 aprile Appunti della curia arcivescovile da conservarsi nell’archivio riguardanti l’erezione delle nuove parrocchie.

54. 1915 21 maggio Decreto dell’arcivescovo Valeri per le relazioni tra il capitolo e le nuove parrocchie con lettera di accompagnamento al collegio dei parroci della città.

55. 1915 10 novembre Relazioni alla nomina dei nuovi esaminatori prosinodali e parroci delegati.

56. 1915 14 dicembre Decreto dell’arcivescovo per la puntatura.

57. 1916 11 maggio Atto dell’economato generale per l’affranco della prebenda tesorierale.

58. 1917 8 gennaio Informazione per la nomina di Salvatore Polmone puntatore curiale per quell’anno.

59. 1918 2 maggio Atto della regia procura di Lecce per il legato Guadalupi.

60. 1919 5 aprile-2 maggio Come sopra atti della sottoprefettura di Brindisi.

61. 1919 19- 4 ottobre Ordine dell’arcivescovo Valeri per le funzioni del 2 novembre e del mese dei morti.

62. 1920 9 gennaio Richiesta dell’arcivescovo al procuratore per l’esplicazione delle cause per cui il canonico Caiulo era stato escluso dalla distribuzione.

63. 1920 26 novembre Decreto dell’arcivescovo per le elemosine ricavabili durante la celebrazione delle messe.

64. 1920 30 novembre Ordine della curia per le funzioni straordinarie da celebrarsi in Brindisi per il cinquantenario della proclamazione di S. Giuseppe a patrono di tutta la Chiesa.

65. 1921 23 gennaio Ordine dell’arcivescovo Valeri per la dispensa al digiuno ed astinenza e per alcune collette notificate ai parroci.

66. 1921 2 febbraio Decreto dell’arcivescovo Valeri per la riduzione delle messe della cappella Conte.

67. 1921 27 febbraio Comunicazione dell’arcivescovo di Brindisi per l’assenso regio alla vendita di una casa in Mesagne appartenente alla parrocchia della SS. Annunziata già del beneficio Marinazzo.

68. 1921 30 marzo Ordine della curia arcivescovile perché i confratelli che nelle processioni portano a spalla le statue indossino un camice o un emblema della confraternita.

69. 1921 5 marzo Informazione dell’arcivescovo al capitolo perché tuteli i suoi diritti nella vendita del terreno che il comune voleva far esitare in contrada Losanna per suolo edificatorio.

70. 1921 21 ottobre Atto della regia procura per la partecipazione al capitolo del sacerdote Antonio Minunni.

71. 1921 ottobre-dicembre Atti per le nomine del tesoriere Camassa e del canonico Airoldi.

72. 1922 2 gennaio Decreto dell’arcivescovo per la multa ai sacerdoti assenti alle funzioni pontificali.

73.1922 2 gennaio Decreto dell’arcivescovo per la puntatura ed il servizio all’altare.

74. 1922 31 marzo Verbale di consegna del subeconomato per la prebenda del cantore.

75. 1922 5 aprile Come sopra per la prebenda del tesoriere.

76. 1923 30 giugno Atti per le domande dei canonici e dei partecipanti per il supplemento di congrua.

77. 1924 12 gennaio Relazione degli incaricati alla vertenza tra l’arciprete Camassa ed il canonico Ajroldi.

78. 1924 22 settembre Notifica dell’arcivescovo Valeri al capitolo per la celebrazione dell’anniversario della Benedetto Brin.

79. 1925 22 novembre Decreto dell’arcivescovo Valeri perché i concerti non siano fatti in luoghi occulti e che le coriste non si fermino in sacrestia.

80. 1927 XV Kal. di marzo Bolla di Pio XI per la nomina di Francesco Memmola ad arcidiacono. E’ unita la formula del giuramento.

81. 1927 16 marzo Decreto dell’arcivescovo Valeri per l’offerta stabilita per la celebrazione delle messe.

82. 1927 10 novembre Avviso dell’arcivescovo Valeri per la giornata pro-seminario.

83. 1927 25 novembre Avviso dell’arcivescovo Valeri perché il 4 dicembre dopo la messa cantata aprirà la Santa Visita Pastorale nella chiesa metropolitana di Brindisi.

84. 1929 Atti del regio economato per la vendita di un mobile del capitolo.

85. 1931 8 gennaio Atto dell’amministrazione dei beni ecclesiastici dell’arcidiocesi per la facoltà al capitolo di vendere alcuni beni in contrada Formoso e Gianvito.

86. 1931 22 febbraio Relazione del tesoriere Leucio Passante e dell’arciprete Ercolini per compilare da persona esperta il catalogo delle carte dell’archivio e per sistemarlo in luogo sicuro.

87. 1932 15 marzo Decreto dell’arcivescovo per la nomina di Eugenio Giuffré a canonico decano.

88. 1932 2 maggio Ordine dell’arcivescovo per la convocazione del capitolo e nomina di Francesco Cesarea a membro del consiglio d’amministrazione.

89. 1932 6 maggio Verbale di consegna per la prebenda del parroco della cattedrale.

90. 1932 21 dicembre Atto del ministero di grazia e giustizia per il beneficio parrocchiale della cattedrale.

91. 1933 4 dicembre Atto dell’arcivescovo Valeri per l’istituzione della parrocchia del Casale nella chiesa di S. Maria del Casale fino alla costruzione di una nuova chiesa.

92. 1934 marzo Invito dell’arcivescovo Valeri al capitolo per la partecipazione alle funzioni in onore del nuovo S. Pompilio Maria Pirrotti che da sacerdote fu consacrato nella chiesa di Brindisi.

93. 1934 17 settembre Ordine dell’arcivescovo perché il procuratore del capitolo versi all’amministrazione del seminario le partecipazioni del canonico Camassa inadempiente ai servizi del coro ed alle multe della puntatura.

94. 1934 28 settembre Verbale di consegna della prebenda al nuovo parroco della cattedrale.

95. 1934 11 novembre Ordine dell’arcivescovo Valeri per i restauri della sacrestia della cattedrale.

96. 1935 21 agosto Atto dell’arcivescovo Valeri per il ringraziamento al capitolo che aveva organizzato le sue feste giubilari.

97. 1935 21 agosto Atto del podestà della città di Brindisi per l’invito al capitolo all’accompagnamento funerario di Luigi Monticelli.

98. 1936 25 aprile Relazione del capitolo al pontefice per il legato di Giacomina Guadalupi.

99. 1936 31 maggio Notifica del podestà di Brindisi al capitolo per l’itinerario per i trasporti funebri dovendosi ricostruire il selciato di via Conserva e Porta Lecce

100. 1936 8 giugno Atto dell’arcivescovo Valeri per il restauro della cattedrale.

101. 1936 27 giugno Ordine del provicario generale per l’applicazione delle multe agli assenti nel coro.

102. 1936 10 luglio Relazione del capitolo all’arcivescovo per la cauzione beneficiaria.

103. 1936 Modifica al catechismo e dottrina cristiana: testo a stampa e chiese dell’arcivescovo.

104. 1936 Lettera circolare della Sacra Congregazione del Concilio per la richiesta di sussidi per l’erezione del sanatorio per il clero italiano.

105. 1937 16 febbraio Supplica del capitolo alla Sacra Congregazione per Pizzigallo con risposta della Sacra Congregazione.

106. 1937 20 marzo Richiesta della curia arcivescovile di Corcirio, Zacinto e Cefalonia per la sanazione del matrimonio Lorizio-Cavaliere.

107. 1937 12 aprile Ordine dell’arcivescovo Valeri perché i ministri all’altare siano presenti alla messa cantata dei giorni festivi.

108. 1937 11 giugno Atto della Sacra Congregazione per il legato di Giacomina Guadalupi.

109. 1937 12 giugno Ordine dell’arcivescovo Valeri per la partecipazione dei capitolari alla messa conventuale.

110. 1937 18 giugno Memoria dell’arcivescovo Valeri per il restauro fatto eseguire al coro ligneo cinquecentino della cattedrale.

111. 1937 31 agosto Domanda del sacerdote Giuseppe Galetta al capitolo per la partecipazione.

112. 1937 9 settembre Lettera dell’arcivescovo Valeri al capitolo per la celebrazione delle sue nozze d’oro sacerdotali.

113. 1937 6 ottobre Ordine dell’arcivescovo Valeri perché il capitolo invii una supplica al papa onde S. Lorenzo da Brindisi possa essere considerato Dottore della Chiesa.

114. 1938 10 gennaio Supplica del capitolo alla Sacra Congregazione per la sistemazione del beneficio Guadalupi e la riduzione delle messe.

115. 1938 14 maggio Ordine della curia arcivescovile per la giubilazione dell’arcidiacono Memmola.

116. 1938/39 Diploma di premio di primo grado rilasciato all’associazione S. Giovanna d’Arco per i profitti nella dottrina cristiana dalla curia arcivescovile.

117. 1939 10 febbraio Ordine dell’arcivescovo Valeri per i funerali Pio XI.

118. 1939 1 aprile Ringraziamento dell’ammiraglio di squadra della marina per la partecipazione del capitolo alla cerimonia in onore dei caduti del fronte albanese.

119. 1940 27 marzo Ordine del prefetto di Brindisi al capitolo per la facoltà di vendita del fondo in contrada Rosea.

120. 1940 15 novembre Ordine del provicario generale perché i capitolari siano dispensati dal servizio del coro e che i reliquiari e le argenterie siano trasportati nella biblioteca e nel locale segreto dell’ufficio diocesano stante i pericoli delle incursioni aeree.

121. 1941 22 febbraio Atto di fede cristiana pronunziato dal neofito De Angelis Mario di Cataldo nato nella provincia di Catanzaro e battezzato e cresimato in quell’anno nella chiesa di Brindisi.

122. 1941 marzo Ordine dell’arcivescovo Valeri per la funzione del giovedì santo in Ostuni.

123. 1941 29 giugno Domanda del sacerdote Giuseppe Santoro al capitolo per la partecipazione.

124. 1941 11 settembre Decreto dell’arcivescovo Valeri per la chiusura della sesta visita pastorale nell’arcidiocesi di Brindisi e diocesi di Ostuni.

125. 1942 16 maggio Pubblicazione dell’esito del concorso per una partecipazione vacante del capitolo vinta da Giovanni Madaro.

126. 1942 5 giugno Attestato della penitenzieria apostolica rilasciata al parroco della metropolitana di Brindisi Teodoro Caravaglio da godersi nella sua chiesa.

127. 1942 14 agosto Comunicazione dell’arcivescovo di Taranto Fernando Bernardi al capitolo e clero di Brindisi per la sua nomina ad amministratore apostolico di Brindisi e Ostuni.

128. 1942 6 novembre Supplica del capitolo all’arcivescovo per la sistemazione del sacerdote Pizzigallo.

129. 1943 7 aprile Atto dell’arcivescovo eletto De Filippis col quale dichiara di voler presto prendere possesso canonico dell’arcidiocesi. Dato dalla curia vescovile di Veroli.

130. 1943 10 aprile Ordine della curia per gli orari delle funzioni della settimana santa.

131. 1943 Ordine della curia arcivescovile perché le borse della questua della cattedrale passino all’amministrazione dell’ufficio diocesano.

132. 1945 16 marzo Notifica della curia arcivescovile per la nomina del canonico Teodoro Caravaglio a membro del comitato prefettizio per i sussidi ai congiunti bisognosi dei militari.

133. 1947 Documenti per la missione della pro civitate cristiana in Brindisi.

134. 1950 Atti per la requisizione dei fondi Rosea e Posillipo.

135. 1953 Lettera dell’arcivescovo De Filippis al capitolo per informare della nomina avvenuta in Roma del suo successore arcivescovo Margiotta.

136. 1954 4 gennaio Partecipazioni per le onoranze al novello arcivescovo fatte dal comitato ai capitolari.

137. 1954 17 gennaio Delega fatta dall’arcivescovo Nicola Margiotta al canonico Teodoro Caravaglio per rappresentarlo nel comitato comunale per il soccorso invernale.

138. 1954 4 marzo Ordine della curia arcivescovile per il censimento dei benefici parrocchiali.

139. 1954 18 maggio Notifica della curia arcivescovile al capitolo per la nomina di Giuseppe Cavaliere a economo curato della cattedrale.

140. 1954 31 marzo Atto del vicario generale Orazio Semeraro per la nomina di Teodoro Caravaglio a membro del comitato per il pellegrinaggio mariano.

141. 1954 9 giugno Atto dell’arcivescovo Margiotta per la nomina di mons. Caravaglio a promotore di giustizia nel tribunale ecclesiastico dell’arcidiocesi.

142. 1955 19 gennaio Atto della curia arcivescovile in favore di mons. Caravaglio ad esecutore dei decreti per la Santa Visita.

143. 1955 12 marzo Notifica dell’arcivescovo per la nomina ad arcidiacono fatta in favore di mons. Caravaglio.

Richiedi informazioni

Il tuo nome *:
Il tuo Indirizzo EMail *:
Messaggio *:
Codice di Sicurezza *:
Cambia immagine
rift plat
runescape
cheap wow gold
china travel http://www.fiwuk.com/